Italia

L’esibizione di Guido Raccioppoli apre l’“AIR SHOW” delle Frecce Tricolore a Linate

By 12 Ottobre 2019 No Comments

Piloti acrobatici con le frecce tricolori nella festa “AIR SHOW” che si svolge sabato 12 e domenica 13 a Linate.

Di Romolo Amicarella

Sabato e domenica a Linate si svolgerà l’annuale festa “AIR SWHOW” con la rituale esibizione delle frecce tricolori, che come sempre richiama una massiccia presenza di pubblico. Molti accorrono a Linate anche per seguire le evoluzioni acrobatiche di 25 piloti appassionati del volo, tra i quali c’è chi, come Guido Raccioppoli, si è costruito da solo l’apparecchio utilizzato nelle prestazioni.  L’abbiamo avvicinato mentre si prepara alla kermesse di Linate.

Come ti è nata la passione di volare e costruire aerei di competizione?


“E’ stato vedendo mio papà, morto da anni, che nella sua officina costruiva piccoli aerei da modellismo che vendeva a giovani appassionati del settore. Poi molti venivano per le riparazioni o per alcune riparazioni ed io seguivo con attenzione ogni operazione. Poi ho cominciato, da piccolo, a giocare con alcuni piccoli aerei di modellismo.”

Quando ha cominciato ad utilizzare l’aeromodellismo per le competizioni?

“Dopo aver fatto esperienza come meccanico e costruttore con diversi aeroplani, la passione mi ha spinto a prendere il brevetto di volo PPLIFR, presso la Scuola di Volo dell’AeroClub Milano, nel 1986. Da allora ho effettuato 2000 ore di volo, di cui 1200 di acrobazia.”

Su quali aerei vola?

“Ho restaurato e ottimizzato gli arei usati prima d’oggi, un CAP 21 e lo ZLIN SOLA. Da alcuni mesi volo su un SUUKHOI 31M, un aereo acrobatico monoposto, fabbricato in Russia dalla società SUKHOI, la stessa che costruisce i famosi caccia MIG. L’aereo che uso io venne progettato appositamente per la squadra acrobatica russa, ed ha una tecnologia ancor oggi avanti rispetto ad ogni tipo di velivolo occidentale. Ed è l’aereo che vanta più vittorie al mondo nel settore delle gare acrobatiche.”

Cos’ha di speciale il SUKHOI 31M rispetto agli altri?

“E’ costruito con materiali più nobili e performanti, per la fibra di carbonio per il telaio a tubi, è assolutamente insensibile al calore. Ha inoltre il kevlar per il rivestimento esterno e il titanio per le aree di scarico e il magnesio forgiato per i comandi.”

Quale velocità può raggiungere?

“Quasi fino a 500 km orari.”

Oltre ad esibirsi cosa fa?

“Ho un’officina meccanica e, nel tempo libero, faccio l’istruttore di volo, essendo in possesso del brevetto di IR, che consente di poter volare anche nelle ore notturne.”

Il volo più interessante?

“Un volo intercontinentale dal Senegal al Brasile in 9 ore, attraversando l’atlantico con un aereo bimotore. Ma sono felice di anticipare con i miei colleghi (altri 24 appassionati del volo acrobatico ndr) ogni esibizione delle frecce tricolori in diverse parti d’Italia.

E anche sabato e domenica Guido Raccioppoli e i 25 acrobati faranno da prologo con le loro esibizioni al volo delle frecce tricolori.

Lascia un commento