UNICEF e Shakira: appello ai leader del mondo sull’importanza dello sviluppo della prima infanzia

By 22 Settembre 2015Diritti umani

Oltre 100 milioni di bambini non vanno a scuola e 159 milioni sotto i cinque anni presentano ritardi

UNI4896622 settembre 2015 – Shakira, Goodwill Ambassador dell’UNICEF, chiede ai leader del mondo di investire fortemente nello sviluppo della prima infanzia, sulla base delle nuove scoperte che stanno generando un cambiamento rivoluzionario nella comprensione degli effetti durevoli delle deprivazioni  e de lo stress sullo sviluppo celebrale dei bambini piccoli. “Oltre 100 milioni di bambini non vanno a scuola e 159 milioni sotto i cinque anni hanno ritardi sia al livello fisico, che nello sviluppo cognitivo a causa della mancanza di cure e nutrizione adeguate. Per ogni anno che passa senza investimenti significativi nello sviluppo della prima infanzia e su iniziative mirate riguardanti queste problematiche, milioni di bambini continueranno a nascere in questo stesso ciclo di povertà e mancanza di opportunità. Io e l’UNICEF uniamo le nostre forze e siamo qui oggi perché investire nella prima infanzia è una questione importante e non c’è altro tempo da perdere,” ha dichiarato Shakira. Lo sviluppo celebrale è più intenso durante l’infanzia, con circa 1.000 connessioni neurali al secondo. Queste prime connessioni sinaptiche sono alla base della salute e del benessere di un bambino e comprendono la capacità di apprendere durante tutta la vita, di adattarsi ai cambiamenti e affrontare le avversità. Già circa un terzo di tutti i bambini sotto i 5 anni nei paesi a basso e medio reddito stanno crescendo in ambienti e situazioni che possono interferire con questo periodo di rapida crescita e sviluppo. Nuove ricerche scientifiche mostrano che lo sviluppo del cervello dei bambini più piccoli è esposto sia ai fattori ambientali sia ai fattori genetici. Una nutrizione non adeguata, la mancanza di stimoli e l’esposizione a una qualche forma di violenza possono avere conseguenze negative sullo sviluppo del cervello. Ma mostrano anche che interventi economici e concreti – come incoraggiare l’allattamento al seno,  o leggere e giocare con i bambini piccoli, così come i programmi di istruzione formale – supportano uno sviluppo sano del cervello. Queste scoperte hanno significative implicazioni per i bambini che crescono in condizioni di povertà estrema, esposti a violenza domestica o in paesi colpiti da conflitti o altre crisi. “Quello che apprendiamo su tutti gli elementi che riguardano il cervello di un bambino – se il suo corpo è ben nutrito, se la sua mente è stimolata, se è protetto dalle violenze – deve cambiare il nostro modo di pensare allo sviluppo della prima infanzia e quello che dobbiamo fare”, ha dichiarato Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF. “Per dare ad ogni bambino le giuste possibilità nella vita, dobbiamo investire presto, investire in maniera equa e investire con intelligenza – non solo nell’istruzione, ma anche nella salute, nella nutrizione e nella protezione.” Abbiamo sempre maggiori dimostrazioni secondo le quali investire nella prima infanzia è uno dei modi più efficaci ed economici per raggiungere uno sviluppo sostenibile: per ogni dollaro speso su un miglior sviluppo della prima infanzia, il ritorno può essere in media di 4 o 5 volte l’investimento, e in qualche caso, molto più alto. Shakira ha partecipato con Ban Ki Moon, Segretario generale delle Nazioni Unite, Anthony Lake, Direttore generale dell’UNICEF, Jack P. Shonkoff, Direttore del Centro per lo Sviluppo Infantile dell’Università di Harvard ed i leader del settore economico ad un evento sullo sviluppo della prima infanzia alle Nazioni Unite a New York.

Lascia un commento