Arte & CulturaDiritti umaniMondoPrimo piano

Sidney, ‘Mazda Opera in the domain’ canta la lirica e promuove l’Italia

By 3 Febbraio 2014 No Comments

sidneyLa voce di Daria Masiero, unica italiana selezionata dall’Opera australiana, colora la notte del 1 febbraio a Sidney sulle note della Madame Butterfly di G. Puccini, regalando momenti intensi ad un pubblico che sa valorizzare le eccellenze italiane

Melbourne, 2 febbraio – Una superba interpretazione della  Madame Butterfly di Giacomo Puccini quella di Daria Masiero durante il concerto annuale ‘Mazda Opera in the domain’ , che ha avuto luogo a Sidney lo scorso 1 febbraio. La manifestazione, inserita nel festival estivo della città australiana, è suddivisa in quattro appuntamenti di grande musica che quest’anno vedono la celebrazione della musica jazz, sinfonica, operistica e classica. Un evento di gran prestigio nel calendario culturale di Sidney che evidenzia un particolare amore per la musica classica e per la musica lirica della popolazione australiana: più di 100mila i presenti che già dalle prime ore del pomeriggio hanno preso posto nel grande parco cittadino, teatro dell’evento musicale più atteso dell’anno. Il direttore artistico di Opera Australia Lyndon Terracini, ha detto “Mazda Opera nel Domain è diventato un punto fermo nel calendario estivo di Sydney, non  c’è nulla di meglio per trascorrere una serata sotto le stelle che ascoltare una rassegna di solisti mozzafiato. Vogliamo che sempre più persone siano parte della straordinaria esperienza che Opera e Mazda Opera nel Domain permette di avvicinare a questa forma d’arte meravigliosa.”1620759_790577940956677_1738393688_n Per la prima volta il 2014 ha segnato un cambio di tendenza nelle scelte della direzione ‘Mazda Opera in the domain’, che questa volta, invece di un’intera opera, ha preferito presentare al pubblico una rassegna di pezzi scelti tra le più celebri della lirica, tra cui alcuni dei più grandi autori italiani: Giacomo Puccini con la Madame Butterfly, Tosca e Turandot, Pietro Mascagni con la Cavalleria Rusticana, Giuseppe Verdi con Il Trovatore, La Forza del Destino e La Traviata, e Gioacchino Rossini con il Guglielmo Tell. Un evento che pone al centro della cultura internazionale la musica lirica italiana che ancora oggi regala momenti di svago ma anche di riflessione nel continente  più a sud del mondo, portando in Australia il meglio dell’italianità.daria ‘I miei colleghi,’ – racconta Daria Masiero, soprano – ‘ imparano la lingua italiana dalle opere liriche dei nostri grandi autori: Puccini, Verdi, Mascagni ed altri ancora. La cultura italiana in Australia viaggia sul binario della grande musica.’ La Masiero, diplomata in canto al Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria in Italia con corso di alto perfezionamento alla Scala di Milano, ben rappresenta la cultura musicale italiana in Australia. A pieno titolo nel cast artistico dell’Opera Australiana è stata insignita anche della cittadinanza in questo paese moderno ma attento a porre in evidenza i valori culturali e di democrazia . A proposito dell’attenzione che l’Australia mette nel rispetto della democrazia, una curiosità sull’organizzazione dei posti per il pubblico all’interno del parco che ha ospitato il concerto: sotto il palco, diviso in due zone come di consueto, da un lato gli invitati al concerto, dall’altro il resto del pubblico che così, arrivando per tempo, ha avuto la possibilità di assistere allo spettacolo nella stessa posizione di coloro che da noi hanno il posto riservato, impegnando sempre tutte le prime file. Gran finale italiano dopo l’applauso caloroso dei 100mila presenti al termine del concerto. thumbs_21Alla richiesta di un bis gli artisti protagonisti della scena, J. Dark, L. Gore, B. Daley, S. Lowrecev e la nostra Daria Masiero, con il direttore dell’orchestra Brian Castles Onion,  hanno cantato tutti insieme ‘Libiam nei lieti calici’ dalla Traviata di Verdi, regalando al pubblico un ultimo momento di grande allegria e partecipazione.

 



Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com