Connect with us

Italia

4 ruote da mito da 4 nuove sedi Slow Drive!

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

[AdSense-A]

 

Ora gli amanti delle auto d’epoca possono partire da Verona, Padova, il Lago d’Iseo e Torino. Grazie a Slow Drive, specializzata nel noleggio di vetture vintage senza conducente.

Senza-titolo-41

Nuovi percorsi da vivere con lentezza, a bordo di una spider rosso fuoco o di un antico maggiolone cabriolet, con il gusto di godere di ogni dettaglio, immergendosi con i capelli al vento in atmosfere vintage. Slow Drive, azienda specializzata nel noleggio di esclusive auto d’epoca senza conducente, ha aperto nuove sedi, per offrire ai viaggiatori speciali tour tra le più belle città del nord Italia. Novità assoluta del 2016 è la sede Slow Drive di Verona, la sognante città di Romeo e Giulietta e della magnificenza dell’Arena, da cui partire a piacere fra le suggestioni del paesaggio solcato dal fiume Adige alla scoperta del Castello di Bevilacqua, dei borghi della bassa veronese, fino a raggiungere per esempio Mantova e le rive del Lago di Garda, oppure i Colli Berici tra le terre del vicentino. Da quest’anno si parte sfrecciando su 4 ruote da mito anche da Padova, città ricca d’arte, a pochi chilometri dalla Riviera del Brenta, le strade del Prosecco che diventano ancora più suggestive a bordo di un gioiello vintage, le preziose ville venete rinascimentali disegnate da Andrea Palladio (Unesco). E poi, con la sensazione di ripercorrere le mitiche atmosfere anni ’70 ed ’80, gli slowdrivers  hanno ora il privilegio di guidare vetture leggendarie tra gli itinerari del Lago di Iseo, fra scorci emozionanti e ville liberty, a partire dalla nuova sede di Bergamo, per poi scoprire borghi medievali e scorci nascosti vicino al Lago d’Endine. Seguendo un altro percorso si possono raggiungere le Terme di San Pellegrino o il territorio del fiume Adda, per toccare da vicino i luoghi di Leonardo Da Vinci. Dal 2015 c’è una sede Slow Drive anche a Torino, la regale città della Mole Antonelliana e del Museo Egizio, che lascia esplorare con piacere anche le terre del Canavese tra castelli, laghi e parchi naturali, le Ville Sabaude, i vigneti e le cantine delle Langhe Piemontesi, del Roero e del Monferrato. Il parco macchine è ricco e si differenzia a seconda delle sedi: ci sono spider Alfa Romeo decappottabili (2000 cc del 1987), oppure Alfa Romeo fiammanti del 1973(coda tronca, 1300 cc), Vw Maggioloni cabriolet del 1979, Alfa Romeo “coda tronca” Bianco del 1973, MGA roadster (1600 cc del 1962), Fiat 500 R del 1975, e tante altre.

Print Friendly, PDF & Email