Concerti di Autunno, nel segno dei giovani la chiusura della ventesima edizione

Tra i premiati di “Una piazza, un racconto” un detenuto del carcere di Bollate

toscanini_young_orchestraNapoli, 4 dicembre – La ventesima edizione dei Concerti di Autunno si chiuderà con una ‘festa’ che celebra il rapporto tra giovani e musica, una serata che proporrà il concerto della Toscanini Young Orchestra, la formazione giovanile di flauti ideata e diretta da Paolo Totti, preceduto dalla proiezione di alcuni estratti dal film “L’altra voce della musica” di Helmut Failoi e Francesco Merini, racconto del viaggio del maestro Claudio Abbado tra L’Havana e Caracas a contatto con la realtà del ‘sistema Abreu’. Sottolinea la direttrice artistica Luciana Renzetti: “Il modo migliore per suggellare il traguardo delle venti edizioni dei Concerti di Autunno è guardare al futuro, e per questo abbiamo pensato per la chiusura un appuntamento dedicato ai giovani che fanno musica, che testimoni e premi il loro impegno e la loro passione, perchè possa essere un buon auspicio per il domani nonché un invito alla musica per tutte le giovani generazioni”. L’appuntamento è in programma domenica 6 dicembre 2015 alle ore 18.00 nella Chiesa Luterana di Napoli (in via Carlo Poerio). Ingresso libero. INFO: tel. 081.8043130 / celna.it Si comunica inoltre che lo scorso 25 novembre nell’ambito dei Concerti di Autunno sono stati conferiti i premi della diciassettesima edizione del Concorso Letterario “Una Piazza, un racconto”. La giuria ha decretato primo classificato Gaia Milocco (veneta, classe 1993) con il racconto “A come Amore, A come Andrea”; secondo classificato Linda Di Giacomo con “Benimi per sempre”; terzi classificati ex aequo Roberto Bratti con “Il destino non deraglia per venirti a cercare” e Nazareno Caporali (detenuto del carcere di Bollate) con “Yeta e Pietro”. Il premio a Caporali sarà prossimamente consegnato dalla pastora Kirsten Thiele e dalla direttrice artistica Luciana Renzetti nell’istituto di Bollate. I racconti finalisti -tutti rigorosamente inediti- sono pubblicati nell’antologia “Una Piazza, un racconto” (Iuppiter edizioni).
Domenica 6 dicembre 2015
ore 18.00
Chiesa Luterana (via Carlo Poerio 5, Napoli)
Proiezione del film “L’altra voce della musica”
di Helmut Failoni e Francesco Merini
a seguire
Toscanini Young Orchestra
Paolo Totti: direttore
W. A. Mozart, Eine Kleine Nachtmusik (I movimento)
Baym Rebn (tradiz.Klezmer)
L. v. Beethoven,  Allegro per Organo Meccanico
L. Boccherini, Minuetto in Re
The Bryan Boru’s March (Tradiz Irlandese)
P.I. Tchaikovskj, Marcia dallo Schiaccianoci
A. Borodin, Danze Polovesiane dal Principe Igor
J. Brahms, Danza Ungherese n. 5
Ingresso libero – INFO: tel. 081.8043130 / celna.it

Mercoledì 25 novembre 2015 serata di premiazione del concorso letterario “Una piazza, un racconto”

Letture di Andrea de Goyzueta e musiche eseguite da Pezone-Barbaraci

michele_barbaraciNapoli, 23 novembre – Tra musica e narrativa, mercoledì 25 novembre 2015 la rassegna “Concerti di Autunno” ospita la serata di premiazione del concorso letterario “Una piazza, un racconto”, dedicato quest’anno al racconto delle diversità. Da diciassette edizioni, la Comunità Evangelica Luterana di Napoli per la direzione artistica di Luciana Renzetti, organizza questa manifestazione nel nome tutelare di Johannes Gutenberg, accogliendo in gara autori da tutto il territorio nazionale.  Il concorso 2015 ha registrato sessantaquattro partecipanti da tutta Italia, i quali hanno devuto attenersi al tema conduttore scrivendo una storia di uomini e donne lontani da ogni regime di normalità, ovvero un racconto sugli amori diversi e sui diversi amori in cui a differenza – culturale, religiosa, sociale o sessuale – emerga in tutta la sua complessità e drammaticità o in tutta la sua magia e bellezza. La giuria, composta da Riccardo Bachrach, Cristiane Groeben, Enza Silvestrini, Maurizio Fiume e Massimiliano De Francesco, ha selezionato dodici racconti finalisti che a loro volta verranno pubblicati nell’antologia “Una piazza, un racconto” (Iuppiter edizioni). Nel corso della serata di premiazione saranno dunque decretati i vincitori del primo, secondo e terzo premio, tutti con riconoscimenti in denaro. L’attore Andrea de Goyzueta ne leggerà alcuni estratti, il flautista Michele Barbaraci e il pianista Gabriele Pezone eseguiranno una selezione di musiche abbinate alle opere vincitrici: l’Habanera dalla “Carmen” di Bizet, il classico napoletano “Era de Maggio”, “Oblivion” di Piazzolla e il tema di “Nuovo Cinema Paradiso” composto da Ennio Morricone. L’appuntamento, a ingresso libero, è in programma alla ore 20.30 nella Chiesa Luterana di Napoli in via Carlo Poerio 5- INFO: tel. 081.8043130 / celna.it
Mercoledì 25 novembre 2015
ore 20.30
Chiesa Luterana (via Carlo Poerio 5, Napoli)
Ingresso libero
INFO: tel. 081.8043130 / celna.it
XVII Concorso Letterario “Una piazza, un racconto”
Serata di premiazione
Letture dai racconti vincitori di Andrea de Goyzueta
Michele Barbaraci, flauto
Gabriele Pezone, pianoforte
George Bizet, Habanera da “Carmen”
Mario Pasquale Costa, Era de Maggio
Astor Piazzolla, Oblivion
Ennio Morricone, tema da “Nuovo Cinema Paradiso”
Andrea de Goyzueta, nasce a Napoli nel 1976. E’ attore e anche produttore teatrale. Nel 2012 riceve il Premio Domenico Rea – sezione teatro. Nel 2004 si laurea in Filosofia con 110 e lode. Ha lavorato con importanti registi quali Carlo Cerciello, Pino Carbone, Claudio Di Palma. Svolge una intensa attività artistica, partecipando a numerosi progetti teatrali di grossi rilievo.
Gabriele Pezone, si è diplomato in pianoforte, in direzione corale e ha studiato Organo e composizione presso il Conservatorio “O. Respighi” di Latina. Ha studiato direzione d’orchestra con Nicola Samale e Deian Pavlov. La sua attività direttoriale lo ha visto condurre importanti orchestre nazionali e internazionali come; Corelli Chamber Orchestra, Vidin State Philharmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica Internazione Giovanile ”F. Fenaroli”, Orquesta Sinfonica del Estado del Mexico, Lomza Chamber Philharmonic Orchestra e quella di Kalisz, Orkestra Akademik Baskent di Ankara, la Giovane Orchestra d’Abruzzo, la West Bohemian Symphony Orchestra, la Southern Arizona Symphony Orchestra, l’Orchestra Cantelli di Milano, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo,  la Orquesta Sinfonia de Loja, la Symphony Arlington, la Garland Symphony Orchestra, la Las Colinas Symphony Orchestra, l’Orchestra dell’Opera dell’Ucraina. Nel 2006 ha vinto il prestigioso premio -sezione musica- della V edizione del Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca”.
Michele Barbaraci, nato nel 1988, si diploma in flauto traverso presso il Conservatorio di Musica “L. Perosi” di Campobasso nel 2009. Si perfeziona, a Sermoneta, con il maestro Peter Lukas Graf. Nel 2011 segue il corso annuale del M° Michele Marasco presso l’ “Accademia Italiana del Flauto” di Roma (AIF), esibendosi nell’ambito della rassegna “Incontri Musicali” dedicati a Severino Gazzelloni presso la sala Bladini. Frequenta i corsi tenuti dal M° Andrea Oliva presso l’ “Accademia Nazionale di Santa Cecilia”, nell’ambito del progetto “I Fiati”. Partecipa  ai corsi di perfezionamento tenuti dal maestro Marco Zoni, primo flauto dell’orchestra del “Teatro alla Scala” di Milano, ed a masterclass tenute dal M° Andrea Oliva ad Acireale, in occasione della rassegna “Villa Pennisi in Musica”. Ha al suo attivo numerosi concerti da solista ed in varie formazioni, nonché in orchestra, vantando un repertorio che spazia dalla musica barocca, al romanticismo e alla musica contemporanea. Ha ottenuto nel corso primi premi in concorsi nazionali ed internazionali.

Davide Azfal Quartet in concerto alla Chiesa Luterana

Mercoledì 7 ottobre alle 20.30 presso la Chiesa Luterana di via Carlo Poerio in Napoli

02_davide_afzalNapoli 5 ottobre- Mercoledì 7 ottobre 2015 la ventesima edizione dei “Concerti di Autunno” propone una serata di jazz e altre sonorità con il bassista Davide Azfal e il suo quartetto, formato con Pasquale De Paola alla batteria, Claudio Cardito al sax e Marco Fiorenzano al piano & rhodes. In programma: musiche di Berg, Hancock e Petrucciani, e composizioni dello stesso Azfal, autore nel 2003 del disco “Melting Pot” e apprezzato session man al fianco di grandi interpreti della scena jazz, latino-americana e pop italiana. Il concerto, a ingresso libero, è in programma alle ore 20.30 presso la Chiesa Luterana di via Carlo Poerio in Napoli. Per informazioni: tel. 081.8043130 /celna.it Davide Afzal, nato nel 1972, ha iniziato a suonare il basso all’età di 17 anni. Nel 1999 si è diplomato all’Università della Musica di Roma dove ha potuto studiare con insegnanti di caratura nazionale come Gianfranco Gullotto, Marco Siniscalco e Massimo Morriconi. Ha partecipato e seguito diversi seminari e masterclass di alcuni tra i più grandi musicisti internazionali quali John Patitucci, Marcus Miller, Alain Caron, Gary Willis, Dave Weckl, Paolo Costa, Tony Levin, Jeff Berlin (quest’ultimo in qualità di interprete). Fin dal 1993 ha iniziato a suonare, dal vivo e in studio di registrazione, con molti artisti italiani e internazionali spaziando tra i generi musicali più vari: dal pop (Aleandro Baldi, Audio2, Sandro Giacobbe, Pietra Montecorvino, Rita Forte, Luca Sepe, Gigi Finizio, Fred Buongusto, ecc ecc) al jazz (il trombettista americano Bob Marquart e il percussionista americano Karl Potter per citarne alcuni.), dalla musica latina (il cantante argentino Diego Moreno, il pianista Cristiano Viti con il suo mix di jazz e musica cubana) al funky-soul (i cantanti americani Bernadette Covington, Patrick Duenas e la band “Eclissi di Soul” tra gli altri). Ha suonato in spettacoli televisivi e in alcuni musical teatrali, oltre che partecipare a varie registrazioni in qualità di “session-man”. Nel 2013 esce il suo primo disco solista “Melting Pot”, cui seguono, negli ultimi due anni, concerti in tutta Italia con il suo quartetto. Fin dal 2000 svolge una costante attività didattica, sia privatamente che in diverse scuole ed istituzioni musicali.

Mercoledì 7 ottobre 2015, ore 20.30
Chiesa Luterana – via Carlo Poerio 5, Napoli
Ingresso libero
Davide Azfal Quartet
Pasquale De Paola, batteria
Claudio Cardito, sax
Marco Fiorenzano, piano & rhodes
Davide Afzal, basso
Programma
Davide Afzal (1972), Groovy Nights
Davide Afzal, Too far from you
Davide Afzal, Flood Alert
Michel Petrucciani (1962 – 1999), Brasilian Like
Davide Afzal, 2M
Davide Afzal, Occasioni Perdute
Herbie Hancock (1940), Butterfly
B.Berg , Coaster
M.Fiorenzano, Marco’s Tune
Davide Afzal, Stanotte

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com