Roma, raccolta fondi per fornire Genny Mobility a disabile: obiettivo raggiunto

1926963_10152279375089282_1281397156_nGrazie ad un appello dell’attrice Rosa Pianeta il silenzioso mondo del sociale è riuscito a realizzare in una sola serata la raccolta di 1600 euro utili all’acquisto di una carrozzina per Samuel, disabile di 15 anni

Roma, 25 febbraio – ‘Ci ritroviamo qui insieme perché abbiamo risposto ad un appello, quello dell’attrice Rosa Pianeta: “Aiutiamo Samuel, regaliamogli un sorriso”. Così in apertura della serata di beneficenza dal titolo ‘Il volo degli ultimi’ Rossana La Monica, vicepresidente dell’associazione Socio Culturale Astrea Onlus. L’Associazione “Astrea”, nasce in Sicilia in memoria di Stefano Biondo, ragazzo disabile morto in una circostanza di presunta malasanità, e si propone di operare sul territorio con lo scopo di migliorare il progetto di vita di bambini e ragazzi affetti da disabilità e disagi sociali.  L’appuntamento, che ha coinvolto anche altre sigle del mondo associazionistico e del volontariato, tra cui l’Ordine dei Santi Contardo e Giuliano, sodalizio Cavalleresco di Collazione della Famiglia d’Este Orioles, e il Comitato Culturale “Insieme per l’Arte”,  si è svolto il 22 febbraio scorso presso il Jet Set Restaurant, Eur Roma. Obiettivo della serata era una raccolta fondi a favore di un giovanissimo disabile.  Samuel è un ragazzo di 15 anni, siciliano, costretto a vivere su una sedia rotelle. Continue Reading

Catanzaro, Aci premia Casillo per i Campionati Automobilistici e Kart 2013

MUNGO-RIPEPE-COSTANZO-ESPOSITOUna folla di gente ha accolto le premiazioni del campionato 2013. Il presidente Ac di Catanzaro, Eugenio Ripepe, annuncia un grande evento per il 2014, quando Automobile Club compirà 90 anni

 Roma, 23 febbraio – Troppo piccola la sala del Complesso Monumentale del San Giovanni per accogliere la cerimonia di premiazione dei Campionati Automobilistici e Kart 2013 organizzata dall’Automobile Club di Catanzaro. Giornata di festa che ha visto i piloti, le loro famiglie e molti catanzaresi assistere ad un evento indimenticabile per questo sport. L’incontro è stato aperto dal presidente dell’Automobile Club Catanzaro, Eugenio Ripepe: “E’ un piacere vedere tutta questa gente, in questa città batte una vera e propria passione per il mondo dei motori e delle gare automobilistiche. Un caloroso ringraziamento va al direttore generale delle Attività Sportive dell’Automobile Club d’Italia, Marco Ferrari (alla sua prima uscita ufficiale), per l’impegno e la sinergia profusa,  al rappresentante piloti Giunta Sportiva Csai, Oronzo Pezzolla, il quale si è sempre prodigato per questo sport”. Un commosso Ripepe ha poi parlato degli importanti traguardi raggiunti dall’Automobile Cub: “Onestamente non mi aspettavo tutta questa gente, con estrema commozione dico che il 2014  sarà un anno molto importante perché l’AC compie ben 90 anni d’istituzione. Continue Reading

Al via ‘Incontro’ in supporto delle comunità dei migranti

 1202141125_SriLankCampagna di conoscenza, ascolto e coinvolgimento delle collettività di migranti promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito del Fondo Europeo per l’Integrazione

 Roma, 18 febbraio – Incontro è il titolo della campagna promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mirata a conoscere, ascoltare e coinvolgere, attraverso le loro associazioni, le principali collettività di migranti non comunitari presenti in Italia, per progettare e realizzare strategie di integrazione calibrate il più possibile sui bisogni di ciascun gruppo nazionale. Per raggiungere questo obiettivo il progetto fa perno sul Portale Integrazione Migranti (www.integrazionemigranti.gov.it), strumento realizzato dal Ministero per rafforzare la rete dei soggetti istituzionali, migliorare il coinvolgimento dei migranti e rendere loro maggiormente accessibili i servizi. Il progetto si struttura in due azioni principali: il censimento delle associazioni di migranti in Italia, nel quale – integrando e aggiornando le ricerche finora effettuate – saranno sistematizzate le informazioni sulla loro natura e la loro operatività; l’organizzazione di 15 eventi pomeridiani, sparsi su tutto il territorio nazionale e dedicati ciascuno a una diversa collettività non comunitaria, Continue Reading

Onu, sotto accusa il regime in Corea del Nord

corea_del_nord_kim-300x225Un rapporto stilato dal Consiglio per i diritti umani dell’Onu inchioda il governo di Pyongyang alle sue responsabilità nell’attuazione di un sistematico genocidio per azzerare gli oppositori politici

Roma, 18 febbraio –  Ci è voluto un anno di lavoro della Commissione d’inchiesta Onu sulla Corea del Nord,  per stilare le 400 pagine del rapporto che inchioda Pyongyang alle sue responsabilità nell’attuazione di un sistematico genocidio per azzerare gli oppositori politici. Le testimonianze raccolte dai funzionari Onu, cui è stato negato l’ingresso in Corea del Nord, non lasciano dubbi sulle violente atrocità messe in essere in questo paese per tacitare il dissenso. Torture, riduzione in schiavitù, violenze a sfondo sessuale: sono alcune delle pratiche utilizzate contro persone accusate e imprigionate per crimini di vario tipo e per motivi politici. Tra le testimonianze citate nel rapporto, molte raccontano di fatti molto crudi e di torture subite anche soltanto per aver guardato una soap opera straniera. Il documento sarà reso pubblico il prossimo marzo. Per tutta risposta Pyongyang fa sapere che il rapporto è basato su “informazioni false fornite da forze ostili” al regime “sostenute da Stati Uniti, Europa e Giappone”.

 

 

 

 

Australia, un fumetto nega il diritto d’asilo: ‘nessuna speranza’ per i migranti

fumettoL’Australian Department of Immigration and Citizenship ha diffuso macabre vignette per scoraggiare viaggi della speranza della popolazione asiatica verso le coste australiane

 Melbourne, 18 febbraioIl governo di Tony Abbott continua a stupire per l’assoluta disattesa  in termini di diritti umani, nei riguardi dei richiedenti asilo di provenienza asiatica che tentano di approdare sulla costa australiana a bordo di barconi fatiscenti. Dopo le controverse notizie secondo le quali la marina australiana tiene a bada con le armi imbarcazioni cariche di persone in fuga da  regimi totalitari, respingendole al mittente, l’ultima trovata dell’Australian Department of Immigration and Citizenship per scoraggiare i migranti, è una storia a fumetto dedicata alla sorte che i boat people subiranno se tenteranno di entrare in Australia. Il racconto in vignette culmina con le immagini di richiedenti asilo che languono miseramente in campi pieni di zanzare, in cui campeggia la scritta ‘ Nessuna speranza. Non troveranno casa in Australia’. Un modo cinico e  poco elegante per far capire, a persone che hanno un disperato bisogno di mettersi al riparo da conflitti, torture e persecuzioni, che la sorte che li aspetta in Australia è peggiore di quella da cui stanno fuggendo. Continue Reading

Salute, alcuni prodotti chimici causano autismo e dislessia

00237b02_mediumUno studio sull’utilizzo dei prodotti chimici denuncia ‘un’epidemia silenziosa‘ che corrode il sistema nervoso dei nostri figli

Melbourne, 17 febbraio – Un nuovo studio, pubblicato su The Lancet Neurology sabato scorso, dimostra che alcune sostanze chimiche tossiche hanno contribuito ai recenti aumenti delle disabilità dello sviluppo neurologico nei bambini, tra cui autismo, disturbo da deficit di attenzione-iperattività e dislessia. I ricercatori della Harvard School of Public Health (Hsph) e della Scuola di Medicina Mount Sinai,  lanciano l’allarme e spiegano che sono urgenti ulteriori indagini scientifiche per controllare e limitare l’uso di queste sostanze . “La più grande preoccupazione è il gran numero di bambini che sono affetti da danno tossico per lo sviluppo del cervello, in assenza di una diagnosi formale”, ha dichiarato Philippe Grandjean, professore di salute ambientale al Hsph. ” Prodotti chimici industriali stanno emergendo come probabili cause di disturbi che portano a ridotta attenzione, ritardo dello sviluppo, e scarso rendimento scolastico. ” Il nuovo rapporto fa seguito a uno studio simile condotto dai ricercatori nel 2006, che ha individuato cinque sostanze chimiche industriali come “sostanze neurotossiche di sviluppo”, o sostanze chimiche che possono causare deficit cerebrali. Il nuovo studio offre risultati aggiornati su quelle sostanze chimiche e aggiunge informazioni sulle sei più recentemente riconosciute come altamente a rischio, tra cui manganese, fluoro, clorpirifos e DDT (pesticidi), tetracloroetilene (un solvente), e etere difenile polibromuro (un ritardante di fiamma).700_dettaglio2_acqua-potabile-2 Continue Reading

Change.org, lettera di Vladimir al governo italiano: ‘sono gay ed in Russia rischio la vita’

gay-russi-300x210Una petizione arrivata alla soglia delle 10mila firme tramite change.org per salvare Vladimir, omosessuale russo, che chiede aiuto al presidente del Consiglio in Italia

Roma, 18 febbraio – Sono Vladimir, anche se questo non è il mio vero nome: ho paura di rivelare la mia vera identità. Una paura che mi porto dietro dopo varie forme di violenza che ho subito nel mio Paese, la Russia. Violenze e discriminazioni che hanno una sola ragione: sono gay. In Russia non si può essere gay ed essere liberi. Oggi si rischia anche la vita. C’è un doppio filo, quello delle leggi anti gay volute da Putin che di fatto mette al bando gli omosessuali e la mentalità diffusa dei russi che discrimina gli omosessuali. Ho dovuto cambiare quattro lavori, ogni volta mi hanno costretto a licenziarmi. Sono stato vittima di violente aggressioni da parte di gruppi organizzati, ormai presenti in tutta la Russia. Ne avete avuto una qualche notizia attraverso i terribili video postati su Internet. In Russia questi gruppi, molti neo nazisti danno la caccia ai gay e la polizia non fa praticamente nulla.ENDA-620x413  Continue Reading

A sud del mondo, storie di Italiani in Australia

1507863_10151988418529130_1996554292_nDaniele, nato a Torino, a Melbourne ha trovato lavoro, cittadinanza e tra pochi giorni farà il riconoscimento di coppia con Jacopo: in Australia essere omosessuali non è discriminante.

Melbourne, 11 febbraio –  Ha 35 anni, è nato a Torino e ama la sua terra. Ma qualche anno fa è partito per una vacanza di tre mesi dall’altro lato del mondo, in Australia, ed è rimasto affascinato da un mondo nuovo che non conosceva neanche per sentito dire. Alla base della decisione di Daniele C. di cambiar vita non c’è un reale bisogno di sistemazione: i suoi gestiscono un’attività di ristorazione dove lui ha sempre lavorato. Ed essendo diplomato in psicopedagogia con una gran voglia di sperimentarsi, nel suo passato lavorativo c’è anche una bella esperienza con la produzione televisiva torinese della fiction ‘Centovetrine’. Tornato in Australia giusto per perfezionare l’inglese con un working holiday, il visto vacanza lavoro utilizzato per restare un anno da molti giovani, ha conosciuto Ned, e con lui ha potuto vivere, per la prima volta alla luce del sole, un vero rapporto di convivenza sentimentale. Nel frattempo si è mantenuto lavorando  in ristoranti di Carlton – Melbourne Continue Reading

Australia, lo stato del Victoria in preda agli incendi complice il gran caldo

incendio gisbornePiù di 150 incendi di grandi dimensioni aggrediscono le periferie di Melbourne

Melbourne, 12 febbraio – L’aeroporto di Melbourne ieri ha dovuto sospendere tutti i voli. Una misura precauzionale, comunicata dal rappresentante ufficiale del servizio nazionale dell’aviazione civile dell’Australia, presa a causa degli incendi boschivi scatenati a nord di Melatonine. Il forte vento aveva coperto di fumo il territorio dell’aeroporto impedendo il lavoro dei controllori del volo. Dopo che il vento ha cambiato direzione, l’aeroporto ha ripreso le sue funzioni. Ma l’allerta continua in tutta la periferia di Melbourne e nello stato del Victoria: sono più di 150 gli incendi di questi ultimi giorni, causati dal gran caldo che sta attanagliando questa parte dell’Australia del sud con temperature che spesso superano i 45°.

Australia, lanciò la fidanzata da 15° piano: condannato a 26 anni

169952-be774052-467f-11e3-add9-a931c5f36f4dTerminato il processo contro Simon Gittany. L’uomo, che nel 2011 in preda alla gelosia aveva buttato giù la convivente dal grattacielo dove vivevano, sconterà una pena di 26 anni

Melbourne, 12 febbraio – Descritto dalla giudice della Corte Suprema di Sidney Lucy McCallum come un dottor Jekyll e Mr Hyde, è stato condannato dopo due anni di processo alla pena di 26 anni di reclusione. L’uomo, Simon Gittany, 40 anni, aveva lanciato nel luglio del 2011 la fidanzata Lisa Harnum, canadese di 30 anni, dal quindicesimo piano dell’appartamento dove convivevano, in un raptus di gelosia: la ragazza infatti aveva deciso di lasciarlo. Uomo dalla doppia personalità, capace di generosità e di grandi slanci verso la famiglia e con un profondo senso religioso, ma anche prepotente ed autoritario se contraddetto. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]