Cinema & Teatro

Sulle note dell’eccellenza femminile “La pianista perfetta” di Giuseppe Manfridi 

By 27 Febbraio 2020 No Comments

All’OFF OFF Theatre dal 25 febbraio al 1 marzo. Regia Maurizio Scaparro . Con Guenda Goria e Lorenzo Manfridi.  Assistente regia Felice Panico, foto di scena Elio Carchidi; musiche di Schumann, Beethoven, Mendelssohn, Brahms, Liszt e Weich. Schumann eseguito dal vivo da Guenda Goria 

di Maria Cristina Martinelli Carraresi 

Dal 25 febbraio al 1 marzo è in scena all’OFF OFF Theatre “La Pianista Perfetta” uno spettacolo/concerto con Guenda Goria e Lorenzo Manfridi per la regia di Maurizio Scaparro. Il testo è firmato da Giuseppe Manfredi, autore tra i più attivi e interessanti del nostro teatro ed ha come protagonista il personaggio di Clara Wieck Schumann considerata una delle più importanti pianiste e compositrici dell’era romantica dell’ottocento. Nata a Lipsia in Germania nel 1819 da una famiglia legata da generazioni all’arte e alla musica, Clara fu da subito spronata dal padre Friedrich Wieck, a sua volta musicista, a perfezionare le sue capacità nell’ambito musicale permettendole di diventare una concertista di fama mondiale. Clara si innamorò e sposò, in disaccordo con il padre, Robert Schumann grande musicista dal carattere difficile da cui ebbe otto figli. Schumann fu colpito da una malattia mentale e si spense in un manicomio a Endenich, lasciando vedova Clara ancora giovanissima. Dopo la morte di Robert, Clara si dedicò completamente alla musica, cercando anche di divulgare e valorizzare le composizioni del marito. “La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l’arte”, con queste parole Clara esprime la sua passione per la musica e proprio questa grande passione che il testo di Giuseppe Manfridi, grazie alla splendida interpretazione di Guenda Goria e la sapiente regia di Scaparro, uno dei più grandi maestri del teatro, riesce a comunicare e regalare emozioni al pubblico.

“La pianista perfetta” riesce a dar vita al personaggio di Clara Schumann, alla sua umanità, coraggio ed originalità descrivendo un profilo di donna interessantissimo, che già tante volte ha affascinato teatro e cinema. Tra le versioni cinematografiche che vedono protagonista la Schumann possiamo ricordare “Canto d’amore” con Katherine Hepburn, e “Sinfonia di primavera” con Nastassja Kinski. In teatro, in Italia invece la proposta di “Casa Schumann” dove Ugo Pagliai e Paola Gassman hanno animato i personaggi di Clara e Robert Schumann. Ne “La pianista perfetta”, Manfridi focalizza il racconto in un pomeriggio “sbagliato”, prima di un importante concerto di Clara, dove tutto appare difficile: l’accordatore che non arriva, la chiave di un baule che non si trova, la notizia dell’ internamento del marito nell’ospedale psichiatrico, e proprio in questa concentrazione di emozioni e contraddizioni che si muove, commuove e coinvolge la splendida figura di Clara Schumann interpretata magistralmente da Guenda Goria, che qui dimostra tutta la sua bravura di artista completa: virtuosa musicista, sensibile attrice, splendida donna. L’ interpretazione di Clara ne “La pianista perfetta” è valsa a Guenda Goria il premio “Franco Cuomo”, insignito al Senato della Repubblica italiana, come miglior interpretazione femminile. Ne “La pianista perfetta” si fa notare anche la buona prova attoriale di Lorenzo Manfridi. Il pubblico della prima all’ Off Off Theatre ha risposto con entusiasmo, applaudendo e complimentando gli attori. Tra il pubblico soddisfatto spiccava l ‘emozione e la felicità di Maria Teresa Ruta e Amedeo Goria, orgogliosi genitori della protagonista e popolari esponenti del giornalismo Italiano.



Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com