ItaliaPrimo pianoSalute & Benessere

Aifa, ‘a rischio’ nove farmaci Geymonat: vietato utilizzo

By 7 Settembre 2013 No Comments

img1024-700_dettaglio2_farmaciIl provvedimento si è reso necessario per sospetti di ‘difetti di qualità’. Indagini dell’Iss in corso.

Roma, 7 settembreTemporaneamente vietato l’utilizzo di nove farmaci di produzione Geymonat:  si tratta di Alvenex 450 mg per l’insufficienza venosa,  Gastrogel 2 g/10 ml per l’ulcera gastrica, Sucrate 2 g gel orale per l’ulcera, Intrafer 50 mg/ml per le anemie, Nabuser 30 per l’Artrite, Citogel 2g/10 ml per l’ulcera, Ecom per le infezioni dermatologiche, Venosmine 4% per le varici, Testo Enant per patologie sessuali. Lo ha deciso l’Aifa che ha riscontrato difetti di qualità ed ha stoppato la distribuzione allertando tutte le  farmacie nazionali,  che in via preventiva non possono al momento vendere questi prodotti. L’obiettivo, ha spiegato l’Aifa, “è quello di ridurre ogni rischio, anche solo ipotetico, per la salute dei pazienti”. Se sarà verificata la “totale assenza di difetti di qualità” le confezioni potrebbero essere ancora utilizzabili entro la data di scadenza riportata in etichetta. Il provvedimento è solo cautelativo, in attesa dei risultati delle analisi dell’Istituto Superiore di Sanità, che decideranno se i farmaci spariranno dal mercato oppure se saranno utilizzabili. La vicenda ha avuto il suo esordio a giugno quando i Nas di Anagni (Fr) , cittadina sede della Geymonat, verificarono che l’Ozopulmin, un medicinale per bambini, non conteneva il principio attivo indicato sul foglietto di spiegazioni.  In quel caso scattarono le manette per tre manager, accusati di aver deciso deliberatamente di immettere il farmaco difettoso sul mercato.

Lascia un commento