Connettiti con noi

Italia

Pioggia a Pasqua? Prenotare nelle città d’arte costa meno

redazione

Pubblicato

il

Prezzi hotel in calo dell’11% rispetto la media mensile: picco di Milano con il -30%. Verso il tutto esaurito Genova e Torino

trivago_last minute PasquaMilano, 3 aprile  – I musei aperti a Pasqua potrebbero salvare le vacanza di chi non si fa fermare dalla pioggia, prevista per la maggior parte del weekend. I viaggiatori dell’ultimo minuto che cercheranno una camera – per il periodo tra il 3 e il 6 aprile – in una delle 10 città d’arte analizzate dall’Osservatorio Trivago risparmieranno in media l’11% rispetto al prezzo mensile. Picco per Milano con un calo del 30%. In termini di disponibilità alberghiera, Genova va verso il tutto esaurito con solo il 7% di hotel che ancora accetta prenotazioni online. Alle sue spalle Torino con il 13%: la città della Mole festeggia in questi giorni la recente apertura del nuovo Museo Egizio, dopo tre anni di lavori. Buone le performance anche di Venezia, Firenze e Napoli: secondo i dati di trivago.it, gli hotel di queste tre città mostrano una disponibilità poco al di sotto del 20%. A Roma, invece, quasi un hotel su quattro ha ancora camere disponibili, nonostante sia la città più ricercata per Pasqua. Bologna e Milano, con un tasso di disponibilità alberghiera rispettivamente del 50% e del 53%, fanno da fanalino di coda della top 10. Pur con prezzi a notte per camera doppia standard in calo del 30% rispetto alla media mensile (140€ contro 199€), la città Meneghina si conferma anche a Pasqua tra le città più impegnative da un punto di vista di budget, anche se fuori dal podio. Al primo posto è ancora una volta Venezia, con un costo pari a 234€ in linea con la media mensile, seguita da Firenze (155€) e Roma (152€). Tra le mete più economiche per le festività pasquali, vince la palma Palermo (79€), che è anche tra le città che registrano il maggior calo di prezzi sul mese (-18%).

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie