Connect with us

Diritti umani

Le nuove generazioni degli Africani d’Italia: un cambio di paradigma

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Le nuove generazioni degli Africani d’Italia: un cambio di paradigma è il titolo del convegno organizzato da UCAI per il prossimo 19 maggio a Roma: nasce così un Osservatorio annuale, con la collaborazione di SWG.

Il prossimo giovedì 19 maggio, dalle 9.00 alle 13.00, nell’Auditorium di Via Rieti 13, Roma – si terrà il convegno organizzato da UCAI sul tema: “LE NUOVE GENERAZIONI DEGLI AFRICANI D’ITALIA: UN CAMBIO DI PARADIGMA”. UCAI Onlus è un’associazione che riunisce le comunità africane d’Italia, costituita nel 2018. Dopo aver promosso studi e ricerche sull’immigrazione africana, e sulle opportunità da creare per le persone che arrivano a lavorare in Italia – attraverso la formazione e l’interscambio economico con i paesi africani – UCAI intende ora sintetizzare una parte di questo impegno in un Osservatorio annuale, con la collaborazione di SWG.

 L’obiettivo è coinvolgere le istituzioni, le imprese e gli studiosi per ulteriormente ampliare i fenomeni già in atto e farne scaturire una rinnovata capacità progettuale. – “Vivere una ragionevole utopia è il diritto delle nuove generazioni – afferma il presidente di UCAI Otto Bitjoka, a noi il dovere di sostenere e garantire queste legittime aspettative, cercando di far prevalere le ragioni della meritocrazia e mettendo al centro un nuovo umanesimo”.

Da varie ricerche sulle dinamiche in corso, emerge la possibilità concreta di definire un quadro più ampio, cioè capace di offrire più punti di sviluppo, e di delineare scenari socio-economici evolutivi, dai quali l’Italia e l’Africa possano trarre, attraverso opportuni investimenti, un vantaggio per i rispettivi Paesi, per l’economia e per le persone, in particolare per i giovani. E’ dunque doveroso fare un passo in avanti.

I giovani devono avere la consapevolezza di quale specifico vantaggio competitivo siano portatori, nella catena del “sistema paese”. – UCAI ha recentemente intrapreso un impegnativo percorso di organizzazione interna, con l’obiettivo di ottimizzare la gestione dell’attività, in un assetto organizzativo improntato all’efficacia e all’efficienza, con l’ambizione di conseguire la certificazione ISO 9001 – Questi temi, e varie altre proposte innovative, saranno presentati e discussi nel corso del convegno

Print Friendly, PDF & Email