Connect with us

Mondo

F1 | Gp Australia, IL PUNTO di Gian Carlo Minardi “Weekend all’insegna di due grandi Campioni”

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

F1 | Gp Australia, IL PUNTO di Gian Carlo Minardi “Weekend all’insegna di due grandi Campioni”

Il mondiale 2018 di Formula 1 inizia sotto il segno di due grandi Campioni del Mondo, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton che si sono spartiti rispettivamente vittoria e pole position. Certamente un risultato che va stretto all’inglese che si è dovuto “arrendere” di fronte alla Ferrari, brava nella strategia e supportata da Sebastian che ha dimostrato di essere un pilota vincente nel momento del bisogno.

L’errore in qualifica di Valtteri Bottas ha influito negativamente sulla strategia Mercedes che si è trovata in inferiorità numerica contro le due Ferrari, ma sarà un campionato giocato anche sugli errori dove il contributo di tutti i principali attori sarà fondamentale. Nonostante le tre zone DRS, Melbourne si conferma un tracciato ostico per i sorpassi e il finlandese non è riuscito a recuperato le posizioni nonostante il potenziale della sua W09.

Il divario tra Ferrari e Mercedes visto in qualifica (0.664 dec) si riduce in gara anche se tra il miglior giro di Hamilton e Vettel restano 4 decimi. E’ stato una corsa molto tecnica corsa su ritmi elevati (14 vetture a pieni giri con solo la Toro Rosso di Hartley doppiata) con una Red Bull che marchia il giro più veloce con Daniel Ricciardo e chiude al quarto posto alle spalle di Kimi Raikkonen nonostante la penalità (eccessiva) ricevuta dai commissari sulla griglia di partenza. Falsa partenza per Max Verstappen, che dovrà fare mea-culpa dopo gli errori commessi, essendo questa già la sua terza stagione.

McLaren promossa
Fernando Alonso piazza la sua McLaren-Renault al quinto posto, tra le Red Bull di Ricciardo e Verstappen, con Vandoorne a completare il weekend col nono piazzamento. Il team di Woking ha bisogno di questi risultati per andare a caccia di nuovi sponsor che darebbero nuovo ossigeno alla scuderia da cui arrivano segnali poco confortanti. Da quanto si apprende McLaren-Automotive sarebbe in vendita con BMW interessata all’acquisto.

Disastro Haas
Giornata decisamente negativa per il team Haas, dopo i positivi risultati ottenuti in qualifica e nella prima parte di gara. Due importanti risultati sono stati vanificati con altrettanti errori. Resta comunque una macchina da tenere d’occhio, che ha saputo compiere un importante salto in avanti rispetto all’anno passato.

Si chiude li primo gran premio. Tra quindici giorni andrà in scena il secondo atto in Bahrain.

Gian Carlo Minardi