Connect with us
Azzera la bolletta

Attualità

Blanco conquista lo Stadio Olimpico di Roma

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Blanco conquista lo Stadio Olimpico di Roma e confida, emozionato, al pubblico: “Da bambino ci venivo a vedere la Roma”

 di Damiana Cicconetti

Blanco si è esibito martedì 4 luglio allo Stadio Olimpico di Roma, al suo fianco il produttore e poli-strumentista Michelangelo, alla batteria Carmine Landolfi, in arte Bdog e al basso Emanuele Nazzaro.

Blanco è un artista di soli venti anni, che ha raggiunto in poco tempo cifre da record; 60 Dischi di Platino e 4 Dischi D’oro, con oltre 3 miliardi di stream complessivi.

…Non a caso il più giovane artista italiano ad esibirsi in uno Stadio.

Ho cominciato nel 2017, ho scritto il primo pezzo nella mia stanzetta per conquistare una ragazza; poi, invece, mi sono innamorato completamente della musica e ho continuato a farlo…”, afferma Blanco.

Il concerto è stato curato nei minimi dettagli, con un palco allestito a cattedrale gotica.

Durante l’esibizione Blanco ha alternato brani del suo primo album “Blu Celeste” e del secondo “Innamorato”.

Tra le canzoni più emozionanti e che hanno incantato il pubblico “Notti In Bianco”, “Brividi”, “La Canzone Nostra”, “Afrodite”; senza dimenticare ”Mi Fai Impazzire”, “Lucciole”, “Paraocchi”, “Sai Cosa C’è” e, poi, ancora i brani, “L’Isola Delle Rose”, “Blu Celeste”, “Mezz’Ora Di Sole” e “Innamorato”.

Ospite della serata l’eccezionale Lazza, con il brano “Bon Ton”.

Blanco è molto affezionato alla Capitale: AllOlimpico ci venivo a vedere le partite della Roma ed ora ci sono io… Un sogno che si è avverato…”, ha sostenuto con giusto orgoglio.

Blanco è nato a Brescia ma suo padre è originario della CapitaleRoma è la mia seconda casa che porto nel cuore, per la famiglia, la bellezza e il calcio…. Mi sono sempre voluto sentire parte di questa città…”, queste le sue parole.

Il 20 luglio l’artista si esibirà all’interno dello Stadio San Siro, a Milano.

“Mi sto trattenendo ma mi viene da piangere, quando mi chiedono come mi sento a essere diverso, io rispondo che non lo sono… Se una cosa la volete, la ottenete, uscite da qui, prendete il vostro sogno e cominciate a realizzarlo…”, ha concluso commosso.

La musica di Blanco è paragonabile all’immagine di un fuoco sempre acceso, proprio come quello che è apparso sul suo palco ed ha riscaldato il cuore di migliaia di persone che non hanno potuto fare a meno di apprezzarlo, cantando e ballando assieme a lui.

E, al termine del suo straordinario spettacolo, non avrebbero non potuto brillare dei meravigliosi fuochi d’artificio.

CREDIT PHOTO: Damiana Cicconetti

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè