Connect with us

Diritti umani

Arma dei Carabinieri e Ordine dei Giornalisti: un protocollo su formazione, studio e analisi

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Firmato dal Comandante Generale dell’Arma Gen. C.A. Teo Luzi e dal Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Dott. Carlo Bartoli un accordo di collaborazione per  iniziative di formazione e informazione per gli iscritti all’Albo, compreso il personale dipendente e tutti i Carabinieri in servizio di ogni ordine e grado. PIUE promotore dell’accordo

L’Arma dei Carabinieri e il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti hanno sottoscritto, nella giornata odierna, presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri a Roma, un protocollo d’intesa finalizzato ad avviare una collaborazione duratura e strutturata per la promozione di iniziative di formazione e informazione per gli iscritti all’Albo, il personale dipendente dall’Ordine e i Carabinieri, in servizio, di ogni ordine e grado. Il protocollo ha tra le sue principali finalità l’organizzazione di incontri di studio per l’elaborazione di analisi, report e approfondimenti specifici su argomenti di interesse comune.

Un’intesa promossa anche dal gen. Carlo Felice Corsetti presidente di PIUE –Pubblicisti Italiani Uniti per l’Europa e dal nostro coordinatore editoriale Rodolfo Martinelli Carraresi che è anche vice presidente vicario dell’associazione PIUE promotrice dell’accordo e che si occupa nei suoi compiti statutari anche di difendere un’informazione oggettiva e lotta attivamente contro le fake news.

L’intesa siglata dal Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Teo Luzi e il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Dott. Carlo Bartoli punta a rafforzare ulteriormente la collaborazione tra l’Arma e i giornalisti per promuovere la cultura di una corretta informazione professionale. Gli iscritti all’Albo e il personale dipendente dall’Ordine e i militari dell’Arma, quindi, potranno partecipare a incontri di studio o di ricerca, corsi e seminari, corsi di aggiornamento professionale, in sede centrale o in sede periferica a incontri e seminari – su temi di interesse comune – che vedranno sia giornalisti che Carabinieri rivestire i ruoli di discenti e talvolta di docenti.

Il Protocollo odierno tra l’Arma dei Carabinieri e il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti rappresenta un importante segnale di sensibilità di entrambe le istituzioni nei confronti dei cittadini e del loro diritto a un’informazione trasparente e puntuale – ha sottolineato il Gen. Luzi – Le professionalità dell’Arma, unitamente a quelle dell’Ordine, da oggi collaboreranno ancora più in sinergia per formare giornalisti e Carabinieri ancora più responsabili e consapevoli dell’importanza di una corretta divulgazione delle notizie”.

Per il presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Dott. Carlo Bartoli “la firma del protocollo è un importante passo avanti nella collaborazione fra giornalisti e Arma dei Carabinieri, da sempre in prima linea nella difesa della legalità. Svolgere attività congiunte di formazione e di approfondimento significa lavorare per una informazione professionale sempre più accurata e completa al servizio dei cittadini e delle istituzioni.

Print Friendly, PDF & Email