Mosap, Decreto Bis passo avanti ma sanare criticità città sensibili, Roma come nel 1960

By 14 Giugno 2019Politica

Le dichiarazioni del segretario generale del Mosap, il Movimento Sindacale Autonomo di Polizia, Fabio Conesta’ dopo l’approvazione del decreto sicurezza bis

di Romolo Martelloni

”Il decreto sicurezza bis rappresenta rappresenta un ulteriore passo avanti per rendere l’Italia più sicura, per contrastare con più efficacia mafiosi e scafisti, per contenere le spese di un’immigrazione esagerata, per espellere più facilmente e velocemente i delinquenti e i finti profughi, per dare più poteri, considerazione e dignità alle Forze dell’Ordine non dimenticando pero’ le criticita’ della presenza delle forze di polizia in alcune citta’ sensibili, in primis Roma che e’ rimasta a 49 commissariati quanti decisi nel 1960”. E’ quanto dichiara il segretario generale del Mosap, il Movimento Sindacale Autonomo di Polizia, Fabio Conesta’ dopo l’approvazione del decreto sicurezza bis. Conesta’ fa presente come ”questo decreto bis vada ulteriormente valorizzato anche attraverso una serie di protocolli attuativi tra Regioni e Comuni capoluogo, in modo da ottimizzare gli stessi interventi e investire le risorse previste, al fine di migliorare concretamente la qualità della vita delle nostre comunità in sinergia con le forze dell’ ordine”. 

Lascia un commento