Primo piano

L’asparago compie 10 anni

By 23 Febbraio 2016 No Comments

Croazia, Istria. A Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie la decima edizione delle Giornate dell’asparago istriano, dal 21 marzo al 15 maggio 2016.

Asparagi - Umago Cittanova Verteneglio BuieRoma, 23 febbraio – Protagonista indiscusso della primavera istriana è l’asparago. L’asparago selvatico è parte integrante della cultura, non solo culinaria, di Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie, ecco perché in questa stagione si moltiplicano gli eventi e le manifestazioni dedicate proprio a questo prezioso ortaggio. Dalle Giornate dell’asparago istriano, giunte alla decima edizione, alla Sparisada, fino al Gnam Gam Fest: appuntamenti da non perdere per buongustai e non solo.

 Le giornate dell’asparago


Non c’è famiglia in Istria che con l’arrivo della primavera non si diletti a cercare nel bosco i primi germogli verdi dell’asparago istriano. In passato gli asparagi venivano raccolti dai pastori istriani che, per aiutare la famiglia contadina, portavano a casa fasci di asparagi selvatici legati insieme con la ginestra. Oggi l’abitudine di “andar per asparagi” è un gradito svago per gli abitanti di questi luoghi, che oltre a passare alcune ore in movimento all’aria aperta, concludono la passeggiata con un pasto sano e appetitoso.  Gli asparagi sono tra i prodotti selvatici più apprezzati dell’Istria e il loro periodo di raccolta spazia tra metà marzo e metà maggio. Proprio in questo periodo, dal 21 marzo al 15 maggio 2016, Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie ospitano le Giornate dell’asparago istriano, giunte quest’anno alla decima edizione.  Un’ottima occasione per i veri appassionati di cucina per gustare piatti a base di asparago selvatico, preparati con gusto e creatività da ristoranti e trattorie del posto. Dai grandi classici della tradizione istriana come frittate, zuppe, pasta fatta in casa e risotti, alle originali combinazioni che vedono gli asparagi preparati con carne e pesce o addirittura come squisiti dessert. Il gusto leggermente amarognolo che contraddistingue l’asparago selvatico, il suo sapore intenso, abbinato alla freschezza dei prodotti tipici dell’Istria, sanno entusiasmare anche i palati più fini. Senza contare l’aspetto nutritivo: l’asparago è un alimento molto equilibrato, ricco di minerali e vitamine, noto per la sua azione purificante e disintossicante.

Castelvenere e Cittanova si preparano per la Sparisada

Simbolo di Castelvenere è l’asparago. Non stupisce quindi che ogni anno si organizzino in suo onore ricchi programmi culturali e d’intrattenimento, enogastronomici e sportivi, che attirano sempre più visitatori locali e turisti, sportivi e buongustai, famiglie con i bambini. Tra gli appuntamenti più attesi: la Sparisada che si tiene nel weekend 1-3 aprile 2016 proprio a Castelvenere, vicino a Buie. Anche quest’anno ci sarà il concorso gastronomico “Asparago Cup”, durante il quale verrà scelto il piatto a base di asparagi meglio preparato. Gli amanti della natura potranno partecipare alle escursioni ciclistiche e alle camminate, mentre i buongustai potranno dedicarsi agli assaggi delle più varie pietanze preparate con questo sano prodotto selvatico. Il tutto condito da buona musica. Il 30 aprile 2016 è la volta di Cittanova che festeggia l’asparago con la sua Sparisada all’interno del Gnam Gnam Fest. Pietanze deliziose e piatti fantasiosi, tutti a base di asparagi selvatici e a prezzi vantaggiosi saranno i protagonisti della manifestazione. Ci sarà la possibilità di assaporare e degustare vini di alta qualità e olio d’oliva, dolci e varie prelibatezze tipiche della regione. Si potrà curiosare tra le bancarelle del mercatino di souvenir artigianali con manufatti e prodotti originali fatti a mano, divertirsi con la musica e i balli folcloristici.

Tutti i colori dell’Istria

Coste chilometriche e spiagge accarezzate da un mare cristallino, villaggi di pescatori che colorano l’entroterra e affascinanti borghi ricchi di cultura e storia. Siamo in Istria, nella parte nord occidentale, quella più vicina al confine italiano, dove sorgono 4 perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie. Un territorio ricco di meraviglie naturali, una tradizione culinaria che gode dei prodotti locali, strutture di lusso e comfort con centri benessere all’avanguardia: tutto questo assicura una vacanza all’insegna di cultura, wellness e buona cucina. Un ventaglio di colori, profumi e sapori!

Info: Comprensorio turistico di Umago, Cittanova, Verteneglio, Buie www.coloursofistria.com

Lascia un commento