La valorizzazione del sud Italia riparte dai tratturi

By 18 giugno 2016Italia
[AdSense-B]

 

Un partenariato tra Molise, Abruzzo, Puglia, Basilicata e Campania per rilanciare antichi percorsi della transumanza volano di un turismo consapevole e attratto da cultura,  cibi sani e vita salutare


Di Tiziana Primozich

Senza-titolo-1

C’è anche la candidatura delle antiche vie della transumanza tra gli obiettivi che si propone di raggiungere  un accordo siglato ieri mattina presso la sede della Dante Alghieri, piazza Firenze – Roma, tra i diversi attori locali delle regioni Molise, Abruzzo, Puglia, Basilicata e Campania. Un progetto ambizioso nato grazie all’impegno dell’irpino , già sindaco di Morra De Sanctis, che anche in passato si era adoperato per la nascita del Parco Letterario su Francesco De Sanctis che molto sviluppo ha portato al territorio che lo ha visto nascere ed operare come letterato e politico. “Il lavoro fatto in questi anni grazie al Parco Letterario De Sanctis – ha spiegato che ne è presidente e gestisce anche il Cisli , – è il punto da cui partire con questo nuovo accordo che mette in sinergia i delle cinque regioni che aderiscono a questa importante iniziativa. Si parte dalla cultura disseminata sul territorio e che nel tempo si è sviluppata proprio grazie ai , via privilegiata di scambio sociale e di conoscenza”.


20160617_135844

Percorsi rurali quelli della transumanza che se un tempo hanno permesso l’incontro tra popolazioni di diversi territori , oggi opportunamente mappati e censiti nelle loro esigenze strutturali e manutentive, possono diventare il volano per un nuovo turismo attratto dalla storia e la cultura di luoghi con un passato denso di avvenimenti, ma anche di tradizione, di prodotti agricoli unici e di gastronomia che migliora la salute. Tanto per fare un esempio pratico della ricchezza che si nasconde in questi territori, sui tratturi nasce nel corso dei secoli il Caciocavallo Podolico, una varietà di formaggio nobile prodotto con latte di una razza bovina che pascola allo stato brado, molto saporito grazie alle erbe officinali dei pascoli, che porta in sé una minore concentrazione di acidi grassi nocivi e meno colesterolo ed è ricco di grassi polinsaturi e omega3, caratteristiche che lo rendono estremamente salutare per il benessere fisico. “Ecco perché è fondamentale rilanciare anche con gli aiuti messi a disposizione dai fondi dell’Unione Europea le vie dei tratturi, – ha specificato Nicola Manfredelli del centro Ricerche Nutrizione del Mediterraneo, – tra le finalità dell’incontro odierno è più che mai urgente costituire un soggetto unico interregionale che si occupi di gestire e promuovere la rete delle attività economiche e commerciali dei tratturi”. Tra i firmatari dell’accordo : Le Antiche Terre d’Abruzzo (GAL), presidente Gianfranco Camplese; l’Asvir Moligal, pres. Antonio Francioni; il Centro Ricerche del Mediterraneo, legale rappresentante Nicola Manfredelli; Borghi in Rete con Comune capofila Zungoli nella persona del sindaco Paolo Caruso; il Gal Cisli – Parco Letterario pres. Donato Gioseffi; i Parchi Letterari in rete pres. Stanislao de Marsanich; il Centro Europeo per il Turismo e Spettacolo pres. Giuseppe Lepore; l’associazione culturale Ipathia, che è anche editore del giornale Daily Cases, pres. Tiziana Primozich.

Lascia un commento