MondoPolitica

Il Governo dei Comitati scientifici e delle Task Force

By 12 Agosto 2020 No Comments

Ma quanto ci è costato e quanto ci costerà ancora tutto questo circo governativo?

Giuseppe Cossari (Delegato CTIM AAOA) e Paolo Buralli Manfredi (Portavoce di Giuseppe Cossari)

Dimmi che skills (competenze personali) ha chi ti governa e ti dirò come ti governerà, il detto non recitava proprio così ma questa versione ben si adatta a questo momento storico italiano che vede l’Italia in uno dei periodi più bui della sua storia.

Per ben due legislature abbiamo la sfortuna di avere come Presidente del Consiglio l’Avvocato non che Professore Giuseppe Conte che proprio come scritto qui sopra per le sue competenze e quindi la sua forma mentis, sta accompagnando per mano l’intera Nazione nel precipizio e quando diciamo intera Nazione non parliamo di Nazione in senso generico ma, parliamo di lavoratori, imprenditori, Partite Iva, Piccole Medie Imprese e tutta l’Industria manifatturiera italiana.


Si, perché l’abbinamento Professore più Avvocato, fa di Giuseppe Conte, un teorico che si muove cercando di evitare contraccolpi personali e lo dimostra il fatto che ha comunicato durante l’emergenza sanitaria  in conferenze stampa notturne e su FB, che a dire il vero nella Nazione Europea con il più alto tasso di anziani, o è totale incompetenza comunicazionale o semplice malafede, numeri fantasmagorici di miliardi di euro mai atterrati sul territorio Nazionale; come dimenticare la potenza di fuoco da 400 miliardi, tutta da ridere se non fossimo in questa situazione drammatica.

Ma restiamo alla forma mentis del Professor  Giuseppe cioè, la parte teorica del suo modo di agire, quella che spara miliardi e piani mirabolanti, successi storici, per un’immagine d’Italia presente solo nella sua testa teorica, mentre in realtà al Giuseppe Avvocato sembra interessi solo ‘pararsi il fondo schiena’ accettando incarichi per convenienza, come fa un avvocato che accetta qualsiasi mandato di qualsivoglia cliente, quando invece un Presidente del Consiglio, dovrebbe  avere  a cuore come missione primaria il bene del suo Popolo  e fare esclusivamente gli interessi del suo Paese.

Ed osservando quanto è successo sino ad ora, vedrete che i fatti sostengono le nostre riflessioni, partendo dai valori identitari che prevalgono normalmente in ogni uomo di buona fede, basterebbe ricordare come con estrema disinvoltura dal portare avanti valori e visioni di Centro Destra l’Avvocato Giuseppe Conte , in meno di qualche mese, sia passato a fare l’esatto contrario, realtà che conferma quanto sosteniamo cioè un approccio di certo non da Politico ed a dirla tutta anche un po’ fastidioso e preoccupante.

E restando al senso etico della professione di Avvocato la faccenda è preoccupante, perché è come se un Avvocato avendo accettato di difendere un cliente, diventasse nel giro di qualche mese per ragioni opportunistiche personali l’accusatore dello stesso. Ebbene questo atteggiamento visto da questa parte del mondo, l’Australia,  dove una cosa del genere sarebbe inconcepibile,  ci pone in uno stato mentale difficile e ci viene spontaneo chiederci: chi può assicurarci che quest’uomo non sia disposto, dopo aver fatto gli interessi di una parte politica e quella opposta per motivi a noi sconosciuti, a fare quelli dell’Europa o di qualsiasi altro soggetto politico o economico – finanziario? Nessuno e crediamo che sia una preoccupazione legittima che ogni italiano potrebbe coltivare visto il disastro nella gestione della pandemia e dell’attuale situazione economica.  

Altro tema cruciale, sempre dettato da una forma mentis ben precisa, quella dell’Avvocato, lo capiamo dalle formule utilizzate per gestire la crisi economica e sanitaria, è la nascita  del Comitato Tecnico Scientifico, e di quelle infinite Task Force che utilizza come scudo per agire e nello stesso tempo difendersi.

È già perché tutte le direttive date, portavano con se la frasetta: “Come consigliato dal CTS (Comitato Tecnico Scientifico) ect..” Oppure le Task Force per i programmi economici futuri, come sopra: “Ci è stata consegnata la presentazione per gli investimenti ….dal responsabile della Task Force…” che per intenderci si può interpretare come: “io non centro, comunque vada sono loro gli esperti!” che è un po’ come la barzelletta dell’Avvocato ed il suo cliente, con l’Avvocato che dice al cliente: “Ecco vedi qui hai perso, qui abbiamo vinto!”

Purtroppo però qualcuno disse: “Il diavolo fa le pentole ma si scorda dei coperchi!” e proprio con la de-secretazione di parte dei documenti del CTS apprendiamo che il buon Giuseppe creava gli scudi per poter imporre indirettamente la privazione delle libertà personali: “Il CTS ci chiede di fare questo o fare l’altro”, ma poi quando questi scudi chiedevano di fare qualcosa che non rientrava nel suo interesse personale, se ne fregava di quello che gli veniva consigliato di fare, a conferma che l’utilizzo dei Comitati e delle Task Force non era e non è per il bene del Popolo Italiano ma,  sono evidenti stratagemmi solo per mettersi al riparo da eventuali guai giudiziari, il cosiddetto: “Scarico delle responsabilità”.

Potremmo andare avanti per pagine intere a parlare di questo rovinoso Governo che sta distruggendo la più bella Nazione del mondo, ma chiudiamo facendo una richiesta specifica alle opposizioni, chiedendogli di fare un interpellanza parlamentare per chiedere quanto sono costati e stanno costando agli Italiani, il CTS e queste infinite Task Force che sembra, dalle prime letture, non siano servite a nulla; in fondo se hanno percepito denaro per il loro operato è giusto che i contribuenti sappiano quanto gli siano costati e cosa, nel concreto, hanno  e stanno producendo.


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]