Connect with us

Diritti umani

Il Comitato di Napoli della LIDU per i 75 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

La ricorrenza del 2023 è particolarmente significativa poiché cade nel 75° anniversario e in un contesto internazionale e interno nei quali la violazione di diritti fondamentali è purtroppo ricorrente.

di Alexander Virgili 

Il Comitato di Napoli della LIDU “Gaetano Filangieri”, in collaborazione con la Biblio-mediateca “Ethos e Nomos”, ha organizzato anche quest’anno un incontro con gruppi di studenti degli istituti superiori e con la cittadinanza nella ricorrenza del 10 dicembre, anniversario dell’adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. La ricorrenza del 2023 è particolarmente significativa poiché cade nel 75° anniversario e in un contesto internazionale e interno nei quali la violazione di diritti fondamentali è purtroppo ricorrente.  In giro per il pianeta non solo guerre, focolai di forti proteste e guerre civili, ma anche milioni di profughi, di persone segregate o discriminate e molte altre situazioni di marginalità e di sfruttamento economico e sociale. Nel mercato del lavoro, ad esempio, come ha affermato il Prof. Luciano Gallino, si è passati “dalla flessibilità del lavoro alla precarietà della vita”.

Tuttavia, “Se i diritti fondamentali vengono cancellati dal denaro e la democrazia cede alla dittatura, presto nessuno sarà più libero.”, ricordava Stefano Rodotà. Nonostante gran parte del mondo presenti tuttora enormi problemi di mancato rispetto dei diritti fondamentali, alcuni dichiarano superati i principi e i diritti inclusi nella Dichiarazione del 1948 o tramano per darne una immagine negativa e riduttiva.  Il Comitato di Napoli della LIDU “Gaetano Filangieri” cerca di mantenere viva la tradizione che si ispira, appunto, al Filangieri, grande giurista e esponente della scuola illuminista napoletana, ricordando con ciò che la Dichiarazione del 1948 non nasce solo dalle ceneri della Seconda Guerra Mondiale, ma è erede di un cammino lungo e faticoso lungo oltre due secoli di storia europea. Un cammino che si vorrebbe annullare o ripercorrere all’indietro mettendo in discussione e sminuendo i risultati raggiunti. In tema di Diritti fondamentali si tende spesso a semplificare, a creare schieramenti da rozza tifoseria “pro o contro”, a ridurre la complessità e il lavoro intellettuale con l’uso di linguaggi scarni, approssimativi o retorici.

Sono previsti un “Open Day”, a fine novembre, per far incontrare rappresentanti del mondo accademico, delle associazioni, delle scuole, ecc. per creare un Osservatorio Giovani che ponga in contatto le diverse realtà al fine di elaborare concreti progetti comuni. Il giorno 11 dicembre, invece, il Prof. Antonio Virgili, coordinatore del Comitato LIDU di Napoli e vicepresidente nazionale della LIDU, curerà un seminario con gli studenti delle scuole superiori sulla attualità della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. In date successive, in sinergia con il Corpo Italiano di San Lazzaro, il Comitato promuoverà, in diverse sedi, un cortometraggio realizzato dall’Università di Sheffield sul tema degli effetti di traumi ed abusi. Alcune altre iniziative sono in preparazione per un rilancio delle attività e per incrementare le collaborazioni del Comitato LIDU con altre associazioni, organizzazioni ed enti.

Nell’occasione, il Comitato LIDU di Napoli segnala i propri nuovi contatti, E-mail: comitatolidunapoli@mail.com     Sito web: https://lidunapoli.weebly.com

Print Friendly, PDF & Email