Arte & Cultura

Cultura. Al via la stagione teatrale 2015 – 2016 del Teatro della memoria con il primo Festival Metropolitano degli attori teatrali milanesi

By 10 Settembre 2015 No Comments

Assessore Del Corno: “I progetti come questo festival rappresentano un’importante testimonianza di come il teatro può portare il valore della memoria nel futuro”

news_39636_imageMilano, 10 settembre 2015 – Prende il via con “Lingua di calcestruzzo”, il primo Festival Metropolitano degli attori teatrali che recitano in dialetto milanese, la Stagione teatrale 2015 – 2016  del Teatro della memoria, di Via Cucchiari. Il festival è nato da un’idea di Guido Oldani e la direzione artistica è affidata al Teatro della memoria. Saranno presenti attori e registi teatrali del Teatro della memoria, lo scrittore Guido Oldani. “I progetti come questo festival rappresentano un’importante testimonianza di come il teatro può portare il valore della memoria nel futuro e il riferimento al termine ‘metropolitano’ ne è la conferma – ha dichiarato Filippo Del Corno, assessore alla Cultura –  Il dialetto, in questo modo, sopravvive e si proietta appunto in una dimensione metropolitana che é il futuro della nostra città. Il festival, inoltre, contribuisce ad arricchire la qualità dell’offerta teatrale della nostra città e ha anche la capacità di annodare i fili della tradizione anche con il lavoro delle compagnie più giovani in modo coerente con l’azione  di promozione delle compagnie indipendenti della nostra Amministrazione”. Al tempo della nostra poetica del Realismo Terminale, i popoli si accatastano tra di loro, così come gli oggetti e le lingue. In questa mescolanza propria di tutte le metropoli del mondo, gli oggetti sono diventati l’unità di misura del nuovo linguaggio cui vogliamo dar voce. Il dialetto milanese è la lingua di calcestruzzo sulla quale si ammucchiano tutte le successive. È un idioma che sa dare espressione al fiato del sudore. Gli attori ne sono testimoni per eccellenza, di diverse generazioni e notorietà. La prima insospettabile radiografia di una lingua necessaria il  cui Futuro è la Tradizione. Il dialetto è una lingua di aspro calcestruzzo su cui le altre crescono un po’ ignare nella metropoli lombarda. Parlata fra di noi con poche frasi riesce a dire il fiato del sudore scavando fossi e issando capannoni, persino rovistando negli amori. Poi mentre sempre in più salgono a bordo, nella nebbia il dialetto si è appartato, restandoci il ciarlare dello stato. (Poesia inedita di Guido Oldani).
Il primo Festival Metropolitano degli Attori Dialettali milanesi (19 Settembre Ore 21,00 – 20 Settembre 2015 Ore 16,00 – Teatro della memoria) vede la partecipazione straordinaria di: Nanni Svampa, Enrico Beruschi, Roberto Brivio, Aleardo Caliari, Roberto Marelli, Ernesto Maria Rossi, Mirton Vaiani, Franco Friggeri, Gianna Coletti, Danilo Ghezzi, Rosalina Neri, Marino Zerbin, Maria Grazia Raimondi, Domitilla Colombo, Elisa Colleoni, Piero Lenardon, Marta Marangoni, Dania Colombo,  Mario Neumarker, Silvia Gorla,  Alessandro Testa, Gerardo Paganini,  Walter Di Gemma, Luca Maciacchini, Umbert.


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]