Basilicata coast to… paradise!

By 10 Marzo 2016Italia

Un rifugio intimo e raffinato dove concedersi indimenticabili momenti di relax. Oltre al dolce far niente ci si diletta con esclusivi Pic-Nic sul veliero, corsi di yoga sulla spiaggia e di cucina di pesce sulla terrazza vista mare.

image001Roma, 10 Marzo – Ci sono luoghi in cui il sole tramonta con più colore, in cui la luna brilla con più forza, dove il mare è molto più di acqua e sale. Uno di quei luoghi è Maratea, nome che arriva dritto dalla prima impressione che ne ebbero gli antichi: Thea Maris, Dea del Mare. In quel lembo di terra, unica finestra di Basilicata sul Tirreno, c’è un 4 stelle che i viaggiatori non sanno dimenticare, che premiano nella costanza del ritorno e con recensioni appassionate. È il Villa Cheta Elite di Acquafredda, Maratea (PZ) elegante struttura d’epoca Liberty, 23 camere con affaccio su un immenso davanzale cobalto: il Golfo di Policastro. Tornano i suoi affezionati ospiti, ogni anno. Perché sanno di ritrovare la stessa, esclusiva accoglienza, quella della famiglia Aquadro, Piero e Stefania, antiquari di Bologna. Un amore subitaneo, il loro, verso questa casa che fu signorile residenza privata e che, nonostante la completa e accurata ristrutturazione del 2016, è rimasta pressoché identica da allora nel numero delle stanze, per non mutare l’esperienza di una struttura di tale fascino, gli squisiti equilibri tra le sue parti arricchiti da un arredamento pensato e ricercato, con gusto. Le trasparenze dei lampadari di Murano, lavabi retrò, deliziose lampade Art Nouveau, candide tende ricamate a mano, mobili rigorosamente d’epoca, pezzi di design contemporaneo: ogni stanza è una situazione diversa, in perfetta armonia con un presente che ha voglia di passato. Novità del 2016 è la piscina esterna in pietracon tappeto touch, sterilizzata attraverso un controllo elettronico di ultima generazione tramite sale marino e fotosintesi (non si fa uso di cloro e l’acqua risulta limpida, priva di odori, ideale per il ph della pelle). Protetto da un giardino di mirto e limoni, rose e buganvillee che Stefania raccoglie per creare le fragranti essenze della sua linea Mara’tìa, il Villa Cheta è un hotel quasi letterario, pensato per appassionati di quiete. Nel 2011 ha ottenuto uno dei più eloquenti riconoscimenti del settore, attestandosi al settimo posto tra le dieci strutture più romantiche d’Europa secondo i viaggiatori di Trip Advisor. Perché in quest’angolo dedicato a chi ha bisogno di sentire la musica della tranquillità, la facciata riporta i morbidi fregi floreali del Liberty, il bar è un patio che ha come tetto una vite centenaria, i dettagli contano sino alla perfezione. Anche nei piatti del ristorante Maratea, dove entrano i profumi del mare e quelli delle erbe selvatiche, con una ricercatezza continua tra modernità e tradizione da accompagnare a una carta dei vini superbamente lucana. Di fronte, intanto, il tramonto sul mare, che si mangia insieme con tutto il resto in questo luogo d’incanti. A maggio e giugno la gita in barca si trasforma in unPic-Nic deluxe su uno splendido veliero insieme al maitre Biagio Quintieri che delizia i passeggeri con finger food che rivisitano la tradizione, da gustare nell’intimità di calette selvagge. Per chi non riesce a stare in vacanza con le mani in mano…  ci sono corsi per tutti i gusti: dallo yoga sulla spiaggia, per rigenerarsi in mezzo alla natura alle lezioni di cucina di pesce sulle terrazze vista mare a quelle di inglese per i “kids”. Per gi amanti del Km zero itinerari golosi alla scoperta delle eccellenze del territorio(maccaroni arraganati, la lagane e ceci, i cavatielli rafano e mollica, il pane cotto, la famosa mozzarella a treccia di Massa, i pomodori e le ricottine di Brefaro) e dei piccoli produttori locali. Il Sud da mangiare con gli occhi, godendosi la vista, irrinunciabile, che ogni terrazza si ritaglia sul blu.

Lascia un commento