Kyenge, immigrato che lavora è risorsa, il nemico è l’evasore

2013-10-30 09.44.50Ministro all’Integrazione interviene al convegno‘Cittadinanza e integrazione: esperienze a confronto’ , organizzato dall’Ambasciata Britannica in Italia in collaborazione con l’American University of Rome

Roma, 30 ottobre – “Il nostro nemico è chi non rispetta i diritti delle persone, chi non rispetta le regole e questo non c’entra nulla con il colore e l’etnia delle persone” così il ministro Kyenge intervenendo stamane al convegno ‘Cittadinanza e integrazione: esperienze a confronto’, organizzato dall’ambasciata britannica di Roma in collaborazione con The American University of Rome . «Bisogna spiegare alla gente che chi ‘ruba’ un posto all’asilo non è l’immigrato che paga le tasse ma l’evasore» ha spiegato il ministro all’Integrazione ai presenti ponendo l’accento sulla centralità  del ruolo italiano in Ue in tema di immigrazione. In Italia sono 900mila i giovani costretti a vivere con il permesso di soggiorno, il 12,6% sul totale, pur essendo immigrati di seconda generazione, “non a caso” dice Kyenge – “ per la prima volta è nato un vero ministero all’Integrazione”. Continue Reading

Kyenge, al via campagna su lavoro immigrati

kyenge 4Il ministro al’Integrazione  ha presentato alla stampa il progetto “ Il lavoro è cittadinanza”, nato grazie alla collaborazione con Inps

Roma, 30 ottobre – Sono circa 2milioni i lavoratori immigrati contribuenti in Italia. Lo ha reso noto  il ministro all’Integrazione Cecilie Kyenge durante la conferenza stampa di presentazione della campagna dal titolo ‘Il lavoro è cittadinanza’, che si è svolta oggi presso la sala Monumentale di largo Chigi 19 – Roma. Il dato, attestato al dicembre 2012 dall’Istituto Nazionale Previdenza  Sociale,  distingue in macrosettori  gli extracomunitari che svolgono un lavoro regolare nel nostro Paese: 883mila sono  contratti a tempo indeterminato, 270mila hanno in essere contratti a tempo determinato, seguono i lavoratori domestici con 467mila unità,   159mila sono esercenti commercianti  e 120mila sono le attività artigianali. Continue Reading

Kyenge: al via oggi a Roma i lavori della sesta conferenza Cahrom del Consiglio di Europa

kyenge 3A Roma i rappresentanti dei 47 paesi membri, oltre a Ong europeee organismi internazionali: il focus è sulle comunità rom in Ue, dall’educazione alle discriminazioni, al diritto al lavoro e alla salute.

Roma, 28 ottobre- La ministra per l’Integrazione, Cecile Kyenge, ha aperto oggi i lavori della Sesta Conferenza Cahrom che riunisce il gruppo di esperti del Consiglio d’Europa specializzati sulla problematica della inclusione sociale dei rom. La Conferenza di carattere internazionale vede, da oggi, presenti a Roma i rappresentanti dei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa, oltre ai principali organismi internazionali e non governativi europei, i quali si confronteranno su tutti gli aspetti più rilevanti della condizione in cui versano le comunità rom in Europa e in Italia, dall’educazione alle discriminazioni, al diritto al lavoro e alla salute. Per la Kyenge: «Ospitare per la prima volta in Italia una conferenza di così alto livello sulla tematica dei diritti umani dei rom, è il segnale di una rinnovata attenzione del Governo italiano ad un problema tanto scottante, come quello della inclusione dei Rom nel tessuto socio-economico del Paese, che richiede oggi risposte urgenti che si possono dare solo con la collaborazione di tutte le istituzioni a livello europeo, nazionale e territoriale». Continue Reading

Confsal – Snals, cambiamo la legge di stabilità

confsal snalsNo alla doppia penalizzazione: blocco del contratto, blocco delle progressioni economiche di anzianità

Roma, 28 ottobre – “Esprimiamo netto dissenso sui provvedimenti che prevedono il blocco del contratto, degli scatti di anzianità e dell’indennità di vacanza contrattuale. Ancora una volta si è voluto infliggere a chi lavora nella scuola un’intollerabile penalizzazione, che non si spiega né si giustifica con le difficoltà finanziarie del paese” così Confsal Snals  che preannuncia una manifestazione nazionale a Roma per il giorno 30 novembre in accordo con Flc-CGIL, CISL-Scuola, UIL-Scuola, SNALS-Confsal e Gilda-Unams.  Qui di seguito il testo del comunicato:

“È inaccettabile che si prelevino dalle tasche dei lavoratori ulteriori risorse, come avviene rastrellando la quota di economie da reinvestire sulla scuola per la valorizzazione della professionalità; così facendo si indebolisce ancor di più il potere d’acquisto delle retribuzioni, peraltro già basso, mentre mancano per i lavoratori pubblici gli annunciati interventi di riduzione della pressione fiscale”. Continue Reading

Cécile Kyenge incontra Aung San Suu Kyi

 aungIl ministro all’Integrazione accoglie il premio Nobel per la pace e la definisce donna ‘simbolo’

Roma, 28 ottobre – “Una donna tenace, simbolo di forza, di pace e di umanità”, lo ha detto la ministra per l’Integrazione, Cécile Kyenge, al termine dell’incontro con il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi. “Sono felice di aver avuto l’opportunità di conoscere una donna che, con il proprio impegno, sta influenzando il percorso democratico di una nazione”. “Per sostenere le proprie idee – ha concluso la ministra – Aung San Suu Kyi ha pagato un prezzo personale altissimo e, con la sua presenza in Italia, non può che rafforzare quello che ci ha trasmesso in tutti questi anni di lotta pacifica: la certezza che anche una sola persona può cambiare i destini delle persone, con la potenza dei propri valori”.

Lazio, a Regina Coeli progetto per la salute dei detenuti stranieri

regina coeliIn Istituti penitenziari del Lazio il 37% detenuti non parlano italiano: Me.d.i.a.re. realizzerà un servizio sperimentale di integrazione socio-sanitaria e di mediazione interculturale.

 Roma, 27 ottobre – ”Nel Lazio la presenza di reclusi stranieri e’ intorno al 37%, con punte di oltre il 60% a Regina Coeli” riferisce il garante dei detenuti Angiolo Marroni. Per garantire la tutela del diritto alla salute dei detenuti stranieri reclusi nel carcere romano, è stato presentato, al Fondo europeo per l’Integrazione di cittadini di paesi terzi, il progetto pilota Me.d.i.a.re. (Mediazione per i diritti di integrazione e di salute agiti a favore dei detenuti stranieri di Regina Coeli).  Gli obiettivi da raggiungere secondo Marroni, promotore dell’iniziativa, sono il potenziamento e lo sviluppo di politiche di mediazione sociale, linguistica e dialogo interculturale che promuovono la messa a sistema di un servizio sperimentale di integrazione socio-sanitaria e di mediazione interculturale.” L’assenza sino ad oggi, di un servizio di mediazione interculturale Continue Reading

Camera, in commissione Giustizia passa testo su custodia cautelare

carcere_h_partbIl nuovo testo modifica i termini di applicabilità della misura del carcere preventivo: al giudice una più rigorosa e concreta valutazione caso per caso

Roma, 24 ottobre –  In commissione Giustizia alla Camera, su proposta dei relatori Anna Rossomando (Pd) e Carlo Sarro (Pdl), è stata adottata come testo base la proposta a prima firma Donatella Ferranti sulla riforma della custodia cautelare. L’11 novembre è stato fissato come  termine per la presentazione di emendamenti. Il provvedimento, che rientra tra le misure strutturali segnalate dal capo dello Stato nel suo messaggio alle Camere sul sovraffollamento carcerario, punta a ridimensionare l’utilizzo della  carcerazione preventiva restituendole natura di ‘extrema ratio’, da applicare soltanto qualora altre misure coercitive o interdittive risultino inadeguate. Il testo introduce il requisito dell’attualità’ nel pericolo di fuga o di reiterazione del reato e richiede al giudice una più rigorosa e concreta valutazione. Continue Reading

Reggio Calabria,la Camera di Commercio promuove “La rete per la legalità”

cciaa rcL’incontro promosso dall’Ente è finalizzato a creare un programma di interventi condivisi con le associazioni e le istituzioni, per la diffusione della cultura della legalità tra i giovani, nella collettività, nel tessuto produttivo locale.

 Roma, 24 ottobre  – Oggi, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, si è tenuto il primo incontro tra tutte le associazioni antiracket e antiusura operanti nella provincia e i rappresentanti della Regione Calabria, Prefettura, Provincia e del Comune di Reggio Calabria. L’incontro promosso dall’Ente camerale è finalizzato a creare una “rete per la legalità”, ossia un programma di interventi condivisi con le associazioni e le istituzioni, per la diffusione della cultura della legalità tra i giovani, nella collettività, nel tessuto produttivo locale. Ha aperto i lavori Lucio Dattola, Presidente della Camera di Commercio, che ha dichiarato : “Illegalità non è solo racket, usura, ‘ndrangheta, è anche abusivismo imprenditoriale, elusione, evasione, altre grandi e piccole pratiche della illegalità. E’ per questo che la Camera di Commercio intende promuovere una rete sistematica e duratura tra Amministrazioni Pubbliche, associazioni, comunità locali per realizzare un progetto di sicurezza partecipata e integrata. Continue Reading

Kyenge incontra vertici Abi

kyengeUn nuovo fondo per le giovani coppie al centro dell’incontro tra ministro Integrazione e Antonio Patuelli   

Roma, 22 ottobre – La ministra per l’Integrazione, con delega alle Politiche giovanili, Cécile Kyenge, ha incontrato oggi il Presidente dell’Associazione bancaria italiana, Antonio Patuelli. Nel corso del colloquio, Kyenge e Patuelli hanno affrontato temi di attualità e di impatto sociale su cui si sviluppa la collaborazione tra le politiche sociali e il mondo bancario. Per la ministra e Patuelli “è fondamentale l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa a soggetti con basso reddito e con contratti di lavoro a tempo determinato”. “Proprio con questo obiettivo – ha sottolineato la ministra Kyenge – stiamo lavorando insieme per la definizione del Protocollo d’Intesa che renda operativo il Fondo per ‘Giovani Coppie’”. Si è parlato anche di inclusione finanziaria e di integrazione economica e sociale dei migranti – temi cari alla ministra Kyenge –  argomenti che saranno affrontati  al Forum Abi, che si terrà a Roma il 28 e 29 ottobre presso la sede dell’Abi, cui la ministra prenderà parte.

 

Nel mondo 30milioni di persone vivono in schiavitù

walk-freeLa fondazione ‘Walk free’ rivela i numeri mondiali di chi vive sfruttato e privo di ogni libertà. In India il triste primato con 14milioni di ‘schiavi moderni’

Roma, 20 ottobre – Circa 30milioni di individui nel mondo vivono sottoposti a regime di schiavitù, senza alcun diritto, maltrattati ed utilizzati per un lavoro privo di alcun compenso. Lo svela una ricerca compiuta dalla fondazione ‘Walk free’, sostenuta da Hillary Clinton e Bill Gates. L’India con 14milioni di schiavi e’ il Paese con il piu’ alto numero di casi in assoluto, mentre la Mauritania con il 4% sul numero di abitanti ha la piu’ alta percentuale rispetto alla popolazione. schiavituSi tratta di persone sottoposte a lavoro forzato o utilizzate per tratta di esseri umani.”La schiavitù moderna è una situazione in cui le persone sono controllate con la violenza, ed è un fenomeno spesso sottovalutato. Sarebbe confortante pensare che la schiavitù sia una reliquia del passato, ma resta invece una cicatrice sul volto dell’umanita” spiega Nick Grono direttore generale di Walk Free. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]