Connect with us

Salute

100 Piazze per battere il diabete: screening gratuiti LEO-LIONS

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Il 13 novembre, a Perugia, i Lions hanno organizzato screening gratuiti sul diabete, in collaborazione con l’AILD (Associazione Italiana Lions per il Diabete).

di Damiana Cicconetti

 Domenica 13 novembre, a Perugia, presso il Centro Commerciale Collestrada, i Lions Club Perugia Host, Perugia Augusta Perusia, Perugia Concordia, Perugia Fonti di Veggio, Perugia Maestà delle Volte e il Leo Club Perugia, in collaborazione con l’AILD (Associazione Italiana Lions per il Diabete), hanno effettuato screening gratuiti sul diabete, per l’intera giornata.

Il Lions Clubs International è la più grande organizzazione di Club di Servizio, nata nel 1917 e promossa da Melvin Jones, con oltre 1,4 milioni di soci distribuiti in 48 mila Club in tutto il mondo.

Inoltre il progetto, denominato “100 Piazze per battere il Diabete” e creato dai Lions Club di Lazio, Umbria e Sardegna, offrirà nei prossimi mesi lo screening del diabete in 100 piazze, scuole e luoghi di aggregazione, al fine di offrire ad almeno 10.000 persone la possibilità di controllare in modo semplice il livello della glicemia.

Secondo la definizione dell’Istituto Superiore di Sanità, il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue e dovuta ad un’alterata funzione del pancreas nel produrre l’ormone insulina.

100 Piazze per battere il Diabete – spiega Fabrizio Sciarretta, Governatore del Distretto Lions 108L – ha l’obiettivo di rivelare casi di diabete occulto, cioè presente in persone che ignorano di esserne affetti”.

In effetti, il diabete è una malattia invisibile ma oltremodo insidiosa, al punto, che se trascurata, comporta gravi problematiche ai principali organi dell’organismo, quali il sistema cardio-circolatorio, la funzionalità renale e serie complicanze oculari.

Il cittadino, attraverso tale progetto, ha così la possibilità di sottoporsi ad uno screening della durata di pochi secondi per scoprire se è diabetico o, in ogni caso, rischia di divenirlo.

Purtroppo – prosegue Fabrizio Sciarrettalesperienza sul campo mostra come in ogni giornata di screening si individuano valori della glicemia fuori dalla norma. Talvolta si tratta di valori al limite, ma che comunque meritano di essere tenuti sotto controllo; altre volte i valori sono elevati e non vi è dubbio che, si tratti di diabete oramai conclamato”.

Ancora una volta, Lions e Leo hanno unito le loro forze, così offrendo un rilevante contributo per la prevenzione e la cura di una malattia fin troppo diffusa e purtroppo ancora poco nota.

Non a caso il motto dell’Associazione è: We serve”.

Print Friendly, PDF & Email