Connect with us

Ambiente & Turismo

Un orto urbano alla Civita di Catania, ecco il progetto ideato da 5 studenti del liceo Cutelli e premiato da Dusty

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Iniziativa conclusiva del percorso di educazione ambientale rivolto a oltre mille alunni e docenti dell’Istituto, capofila provinciale della Rete nazionale delle Scuole Green. Rossella Pezzino de Geronimo: «Una soluzione etica, creativa, green, e concreta per il quartiere è la vera conquista di questi ragazzi»

Il progetto di un orto urbano alla Civita di Catania è realtà: cassoni angolari che delimitano piccole aree per la coltivazione condivisa di piante e ortaggi locali, una barca da pesca che diventa fioriera, panchine decorate in omaggio ai grandi scrittori siciliani. Grazie al contest scolastico promosso da Dusty, cinque studenti del Liceo Cutelli hanno concepito un percorso agro-letterario permanente, con arredi amovibili, da installare nel Largo XVII Agosto, nel cuore del borgo marinaro catanese.

«Giocando a fare i geometri» – così scrivono nella relazione finale – i giovani alunni hanno vinto la sfida con gli altri tre gruppi di lavoro che hanno partecipato, e ieri (30 giugno) sono stati premiati dall’amministratore di Dusty Rossella Pezzino de Geronimo.

Il contest rappresenta la fase finale del percorso di educazione ambientale “Dusty Educational” avviato a marzo e aprile per oltre mille studenti e docenti dello storico liceo catanese, diretto da Elisa Colella e capofila nella provincia etnea della Rete nazionale delle Scuole Green.

«La vera conquista di questi ragazzi – ha detto Rossella Pezzino de Geronimo – si trova al di là della piccola competizione a cui li abbiamo chiamati: hanno vinto nel momento in cui hanno speso il proprio tempo per immaginare un progetto green che possa migliorare l’ambiente urbano di un quartiere della loro città. Hanno vinto perché hanno seminato bellezza per costruire un mondo migliore, proprio come recita la mission di Dusty». E rivolgendosi direttamente a loro, Rossella Pezzino de Geronimo li ha spronati «a progettare la propria vita per lasciare una traccia positiva del loro percorso nel mondo, ad essere consapevoli di quei valori etici che spingono a produrre idee e progetti attenti ai bisogni della collettività. L’obiettivo del contest è infatti “coltivare” – in senso letterale – uno spazio di bellezza, e donare un lascito permanente alla gente del quartiere, a cui affidare la custodia di un bene che appartiene a tutti i residenti».

Gli autori del progetto – scelto fra i quattro presentati – sono Giorgia Certo, Azzurra Mortillaro, Jasmine Romeo, Vincenzo Sansone Grimaldi di Nixi, Federica Spampinato, tutti della classe 4A a.s. 2020/21 e premiati dalla giuria per «aver saputo coniugare botanica e letteratura, analisi storica, geografica e architettonica, offrendo anche interessanti spunti d’originalità e attenzione all’accessibilità dei luoghi per tutti i cittadini». Rossella Pezzino de Geronimo ha presieduto la commissione di valutazione composta da: Francesca Ferreri dell’Anguilla (docente del Liceo Cutelli), Barbara Mirabella (assessore comunale all’Istruzione), Mario Faro (Fondazione Radicepura), Antonio Iraci (architetto). 

«Il contest e il progetto – ha aggiunto Rossella Pezzino de Geronimo – nascono per curare con l’arte le ferite urbane e le cicatrici degradanti dell’antico quartiere delle Civita. Una scelta non casuale, perché proprio in quest’area è stato avviato di recente un cambiamento ecologico con l’introduzione della raccolta differenziata porta a porta». Proprio nel Largo XVII Agosto, in occasione della rassegna Wondertime 2019 e ad opera di Rossella Pezzino de Geronimo, fu piantato un ulivo secolare in ricordo dell’albero sotto cui lo scrittore Nino Martoglio declamava le sue poesie».

Nelle prossime settimane il team Dusty e gli studenti del Liceo Cutelli incontreranno i residenti della Civita nell’ottica della realizzazione del progetto. L’orto sarà inaugurato entro il mese di ottobre 2021.