Connect with us
Azzera la bolletta

Salute

Diabet Alert Dogs: validi “alleati” nel supporto della malattia diabetica

Published

on

Tempo di lettura: 3 minuti

I cani da allerta per diabetici hanno ampiamente dimostrato di essere validi alleati, oltre che fedeli amici: soprattutto nella gestione del diabete di tipo I, ovvero nel caso di bimbi colpiti da “crisi ipoglicemiche…”

 di Giordana Fauci

 Il cane è il miglior amico dell’uomo: lo conferma soprattutto chi soffre di diabete e, al manifestarsi di crisi ipoglicemiche, non può far a meno di notare quanta apprensione e finanche ansia mostrino i fidi amici.

Non a caso un numero sempre maggiore di persone affette da diabete decide di farsi assistire dal proprio animale domestico, addirittura addestrandolo a riconoscere i segnali di crisi diabetiche, invero prima ancora che si manifestino.

…Tanto più nelle ore notturne!

In effetti, i cani per diabetici rappresentano da tempo una realtà oltremodo consolidata: grazie al loro eccellente olfatto, più potente di quello umano.

Senza dimenticare che i cani allerta per diabetici sanno riconoscere le variazioni del livello di glicemia dell’assistito, addirittura osservando i gesti dell’amato, oltre ad avvertire i familiari tramite appositi segnali e così salvando la vita del malcapitato.

E queste capacità, ad onore del vero, le possiede ogni cane. Pertanto, non è necessario ricorrere ad una particolare razza: se già si possiede un cane sarà sufficiente rivolgersi ad un centro apposito per addestralo; di contro, laddove non lo si possegga ancora, ci si potrà rivolgere a detti centri che, oltre all’addestramento, potranno supportare nella scelta di una razza piuttosto che di un’altra.

Perché quel che è oltremodo certo è che la qualità che contraddistingue le migliori razze di cani allerta per diabete è e resta l’olfatto.

Perché è proprio attraverso tale senso che l’animale intercetta le variazioni della glicemia, allarmando il diabetico o i suoi familiari con uno specifico segnale appreso durante l’addestramento.

Va da sé che non esiste una razza più adatta di altre, giacché la potenza olfattiva del cane è notevolmente sviluppata in ogni specie: nessuna esclusa!

Vero è, di contro, che l’unico e reale fattore di partenza risiede nella capacità empatica del cane a rapportarsi col proprietario.

Ecco perché è consigliabile addestrare il proprio cane domestico piuttosto che acquistarne uno, seppur reputato “dal miglior olfatto…”.

Perché, di base, è necessario solo che il cane abbia interesse a stare in compagnia dell’uomo, dimostrando di avere indole equilibrata e non aggressiva; preferibilmente di altezza media, perché più adatto a svolgere mansioni quali l’accensione di un pulsante di emergenza o, più semplicemente, l’interruttore della luce, per richiamare l’attenzione dei familiari, soprattutto di notte.

Dunque, quasi tutti gli amici a quattro zampe possono divenire cani da allerta per diabetici.

E, in ogni caso, non pochi sono i centri di addestramento che, nel nord Italia, hanno attivato corsi specifici atti ad insegnare i comandibase di soccorso ai nostri fedeli amici.

Quindi, non vi è alcun dubbio: rivolgersi ad un centro specializzato rappresenta la soluzione più sicura, perché affidare il proprio animale a professionisti del settore è garanzia di risultati certi.

Ed, ovviamente, prima ancora di rivolgersi ad un centro di addestramento, è necessario assicurarsi che il fido familiare possegga dei requisiti necessari: ad esempio, che il nostro amico a quattro zampe sia amante della compagnia, oltre che mansueto e calmo nel gestire situazioni di emergenza; senza dimenticare la “tolleranzaalla presenza di estranei che potrebbero dover intervenire, necessariamente avvicinandosi al paziente al fine di soccorrerlo.

Dunque, quel che si richiede è “zero aggressività”, perché i cani aggressivi non sopportano lo stress, tanto più in situazioni di emergenza e così rischiano di aggredire medici e paramedici, non facilitandoli nella gestione di soccorsi che richiedono massima tempestività, quali le crisi ipoglicemiche.

Figuriamoci, quindi, quanti e quali sono i benefici nel caso dell’utilizzo di cani allerta: per ogni diabetico ma, ancor prima, per i bambini diabetici che non potranno non vedere nel cane il loro alleato

…Un alleato che, oltretutto, offre conforto finanche di tipo morale, divenendo valido sostegno ed amico inseparabile del bimbo diabetico, di cui avverte e memorizza gli odori derivanti da particolari condizioni glicemiche per, poi, segnalarle ai genitori: addirittura azionando pulsanti di emergenza o interruttori della luce e, persino, correndo a prendere Kit di soccorso e bevande zuccherate da poter essere ingerite prontamente, così evitando il coma.

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè