Ars aderisce a sciopero del personale della scuola del 5 maggio

By 30 aprile 2015Politica

Mentre il governo prevede nel tempo una riduzione della spesa in materia scolastica, tutti i paesi avanzati investono maggiori risorse su istruzione e ricerca

 


copertina_5maggio_fb-660x300-copia-500x500Roma, 30 aprile – L’Ars aderisce pienamente allo sciopero generale del personale della scuola convocato per il 5 maggio 2015 e sottolinea il valore straordinario della convergenza che, in questa occasione, si sta realizzando con i movimenti degli studenti. Dopo tante chiacchiere la proposta che avanza il governo non trova di meglio che tentare di reintrodurre una gerarchia nella scuola, che finirebbe per mettere in discussione l’autonomia dell’insegnamento e che avrebbe di fatto il controllo su sapere e carriera degli insegnanti. Inoltre il tema dei precari è tutt’altro che risolto, anche per la subordinazione degli atti del governo alle ristrettezze di bilancio che valgono per la scuola, ma non per altri settori come gli armamenti. Basta pensare che il governo prevede nel tempo una riduzione della spesa in materia scolastica, mentre tutti i paesi avanzati investono maggiori risorse su istruzione e ricerca, proprio per rendere più competitivi i fondamentali economici, sociali, culturali. L’Italia infatti resta – purtroppo – sopra la media europea per l’abbandono scolastico e i giovani sono ai livelli massimi di disoccupazione. La scuola ha bisogno di più risorse sia per avere strutture materiali degne di un paese avanzato, garantendo la sicurezza di chi vi insegna e apprende, sia per garantire una qualità adeguata dell’insegnamento ai giovani che hanno diritto, come prevede la Costituzione, di avere una scolarità ai livelli migliori possibili per tutti, nella scuola pubblica, senza oneri aggiuntivi a favore di quella privata. Un’istruzione adeguata è una delle condizioni indispensabili per una nuova qualità del lavoro e richiede anche un cambio di rotta nelle scelte del governo in materia di occupazione e diritti. Per questo l’Ars invita i propri aderenti e simpatizzanti a partecipare a tutte le iniziative promosse dai sindacati della scuola, per la prima volta insieme dopo molto tempo, in preparazione e durante la giornata del 5 maggio.

 

 

Lascia un commento