ItaliaPrimo piano

Traversi(5S), Perché Enasarco non riconosce l’integrativa a chi ha versato fino a 19 anni?

By 22 Agosto 2019 No Comments

Roberto Traversi, deputato del Movimento 5 Stelle, con una interrogazione al Ministro del Lavoro Luigi Di Maio chiede, anche in virtu’ di una campagna di ”verita” di Federcontribuenti, se intende mettere in atto tutte le iniziative di competenza per fare in modo che i contributi versati a ENASARCO vengano ricongiunti a quelli dell’INPS e sia garantito che i versamenti effettuati dagli agenti di commercio vengano riconosciuti a prescindere dagli anni di versamento. 

Di Romolo Martelloni

”Perche’ la Fondazione Enasarco non riconosce la pensione integrativa a chi ha versato fino a 19 anni? Nessun altro ente di previdenza complementare e’ obbligatorio tranne l’Enasarco e cosi’ i rappresentati e gli agenti di commercio sono obbligati a versare i contributi verso due enti, l’Inps e l’Enasarco senza però avere garanzie da quest’ultima. Infatti servono 20 anni di versamenti per maturare il diritto alla pensione assieme al raggiungimento dell’età pensionabile, se raggiunti ad esempio 15 anni di versamenti l’unica possibilità di ricevere una pensione integrativa è quella di procedere a contributi volontari”. Roberto Traversi, deputato del Movimento 5 Stelle, con una interrogazione al Ministro del Lavoro Luigi Di Maio chiede, anche in virtu’ di una campagna di ”verita” di Federcontribuenti, se intende mettere in atto tutte le iniziative di competenza per fare in modo che i contributi versati a ENASARCO vengano ricongiunti a quelli dell’INPS e sia garantito che i versamenti effettuati dagli agenti di commercio vengano riconosciuti a prescindere dagli anni di versamento.

 Traversi ricorda che la Fondazione Enasarco e’ l’Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e i Rappresentanti di commercio, costituita nel 1938 ma oggi e’ un ”soggetto privato” che ai sensi della legge del 1973 persegue finalita’ di pubblico interesse mediante la gestione di forme di pensioni integrative obbligatorie a favore di agenti e rappresentanti di commercio. ”Gli agenti di commercio iscritti, ad oggi, ad Enasarco – ricorda Traversi – sono 250 mila mentre gli ex agenti ammontano a 500 mila. Nessuno altro ente di previdenza complementare è obbligatoria tranne l’Enasarco e così, i rappresentati e gli agenti di commercio sono obbligati a versare i contributi verso due enti, l’Inps e l’Enasarco senza però avere garanzie da quest’ultima.  Solo per gli iscritti a partire dal 2012 è previsto che possano essere maturati contributi anche dopo 5 anni di versamento. Nei casi di ex agenti o di agenti iscritti a Enasarco prima del 2012 molti hanno versato fino a 19 anni di contributi senza ricevere nessun tipo di pensione integrativa”. 

Lascia un commento