Oltre metà degli studenti italiani ha scelto i licei per l’anno scolastico 2019-2020


Il numero maggiore di iscrizioni al liceo scientifico che offre la possibilità di studiare informatica. Bene anche gli istituti tecnici.

Quest’anno il 55,4% degli studenti ha scelto di iscriversi ai licei. Le iscrizioni sono state aperte il 7 gennaio scorso e sono avvenute via internet. Tale procedimento online ha permesso al Ministero dell’Istruzione (Miur) di constatare con rapidità che il 25,5% dei liceali ha scelto l’indirizzo scientifico. A rendere appetibile il percorso di studi offerto da questo istituto è il fatto che, da pochi anni, il latino sia stato reso una materia facoltativa, sostituibile con informatica. Il 2019 si è rivelato essere un buon anno anche per il liceo classico che, dopo aver registrato negli anni precedenti un drastico calo delle iscrizioni, ha invertito la tendenza aumentando dello 0,7% il numero di studenti. Nel 2016, si sono iscritti al liceo classico il 6,1% degli alunni mentre quest’anno il numero è salito a 6,8%.

Il successo dei licei, però, non è dovuto solamente agli indirizzi tradizionali: classico e scientifico, ma anche alle numerose branche nate dopo l’approvazione dell’ultima riforma dell’istruzione. Ad aver attirato l’interesse degli studenti italiani è stato il liceo delle scienze umane, scelto dall’8,3% dei liceali, lo 0,1% in più rispetto all’anno scorso. Il 2019 è stato un buon anno anche per il liceo linguistico, che è stato scelto dal 9,3% degli studenti. Decisamente più contenute sono state le iscrizioni ai licei con indirizzo artistico (4%), musicale coreutico (1%) ed Europeo Internazionale (0,5%). Un terzo degli studenti italiani (il 31%), invece, ha preferito scegliere gli istituti tecnici, i quali, rispetto all’anno scorso, hanno registrato un aumento delle iscrizioni pari allo 0,3%. Tale dato dipende dal fatto che sempre meno ragazzi optano per gli istituti professionali, a cui nel 2019 si sono iscritti il 13,6% degli studenti, l’1% in meno rispetto all’anno precedente.

Lascia un commento