Politica

Ministro Guidi in Oman incontra numero due governo Sultanato

By 11 Novembre 2015 No Comments

Buone premesse per ruolo Maire Tecnimont in maxi-commessa per impianto produzione materie plastiche

 14076608XSmall.t.W300.H188.M4Roma, 11 novembre 2015 – Il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, concludendo la missione in Vietnam e Indonesia con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha incontrato oggi a Muscat, capitale dell’Oman, il Ministro del Commercio e Industria Al Sinaidy, numero due del governo del Sultanato. “Abbiamo dato impulso a nuove iniziative di partenariato pubblico privato tra i nostri due Paesi, che comprendono programmi di alta formazione e cooperazione anche nel campo delle piccole e medie imprese” ha dichiarato il Ministro Guidi al termine dell’incontro. “Siamo molto soddisfatti che la nostra missione in Oman abbia dato i frutti sperati e abbia aperto interessanti opportunità per le nostre aziende che operano in quest’area con ampie prospettive di crescita.” Nel corso dell’incontro i due ministri hanno concordato di organizzare a breve una nuova occasione di confronto per esplorare le opportunità di collaborazione in settori come il packaging, il design, il sanitario, il turismo,la lavorazione delle carni oltre ai settori come le infrastrutture, il petrolchimico e le ferrovie dove importanti gruppi italiani stanno concorrendo per nuovi progetti come ad esempio Italferr nella progettazione della rete ferroviaria omanita (12-14 miliardi di euro di investimenti previsti) e dove altre grandi aziende italiane sono in gara. In tale contesto, il Sultanato punta molto sulla componente italiana nello sviluppo del grande impianto LIWA Plastic Industries Complex per l’integrazione industriale di impianti di raffinazione e petrolchimico da parte della Oman Oil Refineries Petroleum Industries (Orpic), un grande progetto che darà slancio all’industrializzazione del paese.  Per questo complesso, l’Oman ha lanciato un investimento complessivo di 5,2 miliardi di dollari divisi in vari pacchetti. “Ho assicurato alle controparti omanite – ha aggiunto il ministro dello Sviluppo economico – il ruolo proattivo di SACE nel finanziamento del progetto. Sono pertanto convinta che la partecipazione ad una quota importante del progetto da parte del gruppo italiano Maire Tecnimont possa concludersi positivamente”. Il contratto che interessa Maire Tecnimont riguarda la realizzazione di un impianto per la produzione di polimeri nell’ambito di un investimento complessivo che aumenterà la produzione in Oman di polietilene e propilene di 1,4 milioni di tonnellate l’anno. “Sono confidente – ha detto infine il ministro Guidi – che l’intera filiera italiana dell’impiantistica industriale e infrastrutturale, leader nel mondo in questo genere di opere, possa giocare un ruolo da protagonista anche in Oman.”

Lascia un commento