MondoPrimo piano

Unicef: in Somalia solo 4 bambini su 10 frequentano la scuola

By 8 Settembre 2013 No Comments

Somalia scuolaAl via la campagna  ‘Go 2 school’, con l’obiettivo di dare ad un milione di minori l’accesso all’istruzione. 

Roma, 8 settembre – Nell’ambito dell’iniziativa ‘Go 2 school’, le autorità somale lanciano una vasta campagna con l’obiettivo di dare ad un milione di bambini l’accesso all’istruzione. Il lancio è avvenuto oggi, Giornata mondiale per l’alfabetizzazione, a Mogadiscio, Garowe (Puntland ) e Hargeisa (Somaliland). La campagna, portata avanti dalle autorità scolastiche e sostenuta dall’Unicef, e da altri partner internazionali, avrà la durata di tre anni: l’intenzione è di dare ad un quarto dei giovani attualmente fuori del sistema scolastico la possibilità di studiare.
I tassi di iscrizione in Somalia sono tra i più bassi del mondo. Solo quattro bambini su dieci frequentano la scuola. Molti iniziano la scuola primaria in ritardo rispetto all’età scolare regolare di ingresso (sei anni), molti altri abbandonano gli studi precocemente. Le iscrizioni alla scuola secondaria sono ancora più basse. La situazione per le ragazze è ancora più difficile: solo un terzo delle ragazze nella Somalia centrale e meridionale è iscritto a scuola e molte abbandonano prima di completare la loro istruzione primaria.
L’iniziativa prevede l’istruzione di base per bambini tra i 6 e i 13 anni, nonché l’istruzione alternativa per i bambini che sono fuori dal circuito normale scolastico, come i pastori e gli sfollati. Ci sono anche piani per la formazione di competenze di base per mezzo milione di ragazzi tra i 14 e i 18 anni di età, che sono spesso visti come nella fascia di età più a rischio di essere reclutati in gruppi armati o bande criminali. Inoltre, per raggiungere i genitori e convincerli a portare i loro figli a scuola, saranno portati avanti piani che prevedono la costruzione e la ristrutturazione di scuole, oltre che attività di formazione.
“Go 2 School è molto ambiziosa, ma è una iniziativa fondamentale e realizzabile- ha detto Sikander Khan, rappresentante Unicef per la Somalia- L’istruzione è la chiave per il futuro della Somalia: abbiamo già perso almeno due generazioni. Una gioventù istruita è uno dei migliori contributi al mantenimento della pace e della sicurezza in Somalia. So che i genitori somali riconoscono questo e credo che la comunità internazionale lo valuti positivamente” .
L’iniziativa ‘Go 2 school’, che costerà 117 milioni di dollari su tre anni, è sostenuta da Unicef, Wfp e Unesco, insieme a diverse ong internazionali. I fondi provenienti da Unione Europea, Usaid e Dipartimento britannico per lo sviluppo internazionale, Dfid sono stati indirizzati ad un consorzio di ong. Giappone, partnership globale per l’istruzione e Agenzia per lo sviluppo internazionale danese, Danida, hanno assunto impegni, mentre altri hanno manifestato interesse. Finora ci sono stati impegni o promesse che coprirebbero il 50% del finanziamento richiesto per gli anni scolastici 2013/14-2015/2016.

Lascia un commento