Connect with us

Attualità

Peregrinatio Beati Rosarii Livatino: a gennaio nella Capitale le celebrazioni in memoria del giudice siciliano martire della mafia

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

L’insigne reliquia del giudice siciliano caduto per mano mafiosa al centro di una settimana di eventi a cura della Venerabile Arciconfraternita di Santa Maria Odigitria dei Siciliani in Roma e del Comitato Peregrinatio Beati Rosarii Livatino

Dal 14 al 21 gennaio si terrà a Roma la prima solenne “Peregrinatio Beati Rosarii Livatino – Fidei et Justitiae Martyris“. Le celebrazioni prevedono l’esposizione della Venerata Reliquia del giudice siciliano, assassinato dalla mafia, nei luoghi più rappresentativi delle istituzioni nazionali. Un evento fortemente voluto e programmato dalla Venerabile Arciconfraternita di Santa Maria Odigitria dei Siciliani in Roma (www.odigitria.org), organizzato dal Comitato “Peregrinatio Beati Rosarii Livatino presieduto dal Primicerio dell’Arciconfraternita e composto da: Mons. Gianni Fusco, Dott. Carlo A. Adami, Dott. Giulio Adamo, Prof. Avv. Gaetano Armao, Dott. Maurizio Gallo, Dott Diego Marchiori, Avv. Dott. Domenico Menorello, Avv. Dott. Stefano Trubian, Dott.ssa Paola Zuliani.

Questo evento intende rappresentare la determinazione di una comunità secondo giustizia e carità, nonché il contributo spirituale e culturale siciliano alla città di Roma. Un’occasione per valorizzare l’unità nazionale e riscoprire la Pietà Popolare nella tradizione della Chiesa Cattolica e una testimonianza ispiratrice per le giovani generazioni a coniugare ricerca e impegno con la sobrietà.” Così il Primicerio dell’Arciconfraternita.

Il calendario degli eventi dedicati al Beato Livatino prevede diversi momenti salienti, a partire dalla solenne esposizione e venerazione della reliquia nei luoghi delle massime istituzioni del Paese, tra cui la Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica, la Suprema Corte di Cassazione, il Consiglio Superiore della Magistratura, il Ministero di Grazia e Giustizia, il Comune di Roma, il Comando Generale della Guardia di Finanza, Università, Licei e parrocchie romane.

In questa settimana romana dedicata a Rosario Livatino, si terranno due conferenze: la prima a cura del Centro Studi Rosario Livatino dal titolo “L’attualità del Beato Rosario Livatino“, si terrà mercoledì 18 gennaio, alle ore 15.00, presso il Senato della Repubblica – Sala Capitolare di Santa Maria sopra Minerva alla presenza di Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin Segretario di Stato della Santa Sede; il secondo importante dibattito rivolto a tutta la società civile dal titolo “Beato Rosario Livatino: l’esempio universale del giusto. Dialoghi tra economia, fede e giustizia“, si terrà giovedì 19 gennaio, dalle 10.15, presso la sede nazionale di Confindustria, in occasione dell’esposizione della reliquia.

Dal 16 al 23 gennaio, nella Sala Capitolare del convento di Santa Maria sopra Minerva sarà possibile visitare la mostra “Sub Tutela Dei: Il giudice Rosario Livatino“, un’occasione per conoscere la storia dell’uomo Servo di Dio la cui credibilità fu per lui piena e invincibile coerenza tra fede cristiana e vita e per questo la Chiesa lo onora come martire.

Venerdì 20 gennaio, alle 20.30, si terrà il concerto “Beatus vir – Vespri per un martire“, mentre sabato 21 gennaio sarà celebrata una solenne funzione eucaristica alla presenza di alti rappresentanti delle istituzioni civili, militari ed ecclesiastiche.

Nel corso della settimana si terranno, inoltre, tavole rotonde e simposi dedicati alla vita e alle opere di Rosario Livatino. A rendere omaggio al Beato Livatino, anche le opere del poeta-pittore Tahar Ben Jelloun e dell’artista Pizzi Cannella con quattro grandi tele che saranno esposte nella navata della Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri dove si terranno le celebrazioni conclusive.

Print Friendly, PDF & Email