Connect with us

Diritti umani

Ha perso la vita in volo Riccardo Gamberini. Lo ricorda il fratello Paolo noto teologo

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Ravenna in lutto. Hanno perso la vita pochi giorni fa i due piloti Riccardo Gamberini e Valerio Antonucci nello schianto del monomotore Pilatus. Il ricordo del teologo Paolo Gamberini fratello di Riccardo

Erano entrambi esperti di volo ed amici Riccardo Gamberini, 65 anni di Ravenna e Valerio Antonucci di 53 anni originario di Pordenone. Ma il 14 maggio scorso qualcosa mentre erano in volo è andato storto e sono precipitati insieme con il Pilatus Pc-6 nei pressi di Ravenna. Inutili i soccorsi prontamente intervenuti e grande il cordoglio della città di Ravenna per Riccardo conosciuto tra gli amici con il soprannome di ‘Gambero’. Lo ricorda per il nostro giornale il fratello, prete gesuita e noto teologo, docente presso la facoltà di teologia dell’Italia Meridionale, cappellano della chiesa universitaria “La Sapienza”, e che da anni si prodiga per i diritti umani e la dignità dell’essere umano.

“Questa foto (quella in evidenza…n.d.r.) è stata scattata quest’anno il giorno delle Palme nel giardino di casa sua a Classe. Riccardo era una persona molto socievole e sempre intraprendente. La passione, il volo, è diventata anche il suo lavoro. Nella sua attività di pilota di aerei privati si è recato in varie parti di Italia e più volte anche all’estero. Amava la sua famiglia e in particolare sua moglie, e dava molto importanza ai valori della famiglia. Era ospitale e ci teneva a condividere la sua casa a Classe invitando amici e famigliari a passare ore liete insieme. Lui e la moglie erano molto legati all’ex parroco di San Rocco Don Ugo Salvatori. Lui li aveva sposati e aveva anche battezzato la figlia e i nipoti. Riccardo era il 2° della famiglia Gamberini con altri due fratelli (Claudio e Paolo) e sorelle (Giovanna e Rita). Desideroso di conoscere nuove cose e iniziare anche nuove attività, ma il volo è stata sempre la sua passione principale. È stato per noi famigliari uno shock, questa improvvisa morte. Il volo. La sua passione, la sua morte. Ha spiccato l’ultimo volo nel cuore di Dio”.