Arte & CulturaItaliaPrimo piano

Estate romana: il 24 luglio “Domestica” anteprima nazionale della compagnia teatrale JDPL

By 20 Luglio 2013 No Comments

995393_10153011616735444_1000918300_n-290x290In scena 22 attori ai Giardini della Filarmonica  raccontano il dolore e la follia umana all’interno di una cucina domestica

Roma, 20 luglio – Nell’ambito dell’Estate Romana andrà in scena il 24 luglio alle 21,30 presso i Giardini della Filarmonica – via Flaminia 118,  lo spettacolo teatrale “Domestica”. Si tratta di un’anteprima nazionale che si inserisce nel festival “I solisti del teatro”, evento innovativo con la direzione artistica di Carmen Pignataro, ormai alla sua XX edizione.  Lo spettacolo, scritto da Luca Bei e Juan Diego  Puerta Lopez che ne è anche regista, tratta le storie di tanti personaggi dell’immaginario teatrale mondiale in una poetica grottesca e surreale.

Utensili da cucina, ortaggi d’ogni genere, uova, latte, bacinelle, guanti per i piatti imbandiscono una grande tavola da pranzo che si staglia al centro della scena. Due telecamere rimandano sullo sfondo le immagini di tutto quello che accade su di essa, amplificando ed ingigantendo ogni piccolo dettaglio sino a creare una scenografia virtuale di piccoli oggetti che diventano tracce e simboli di una storia vissuta, o ancora da vivere e da raccontare.


Musica live, canzoni e momenti coreografici e l’energia di 22 attori in scena, scandiscono il ritmo della narrazione in un quadro animato che diviene un carrozzone, specchio di varia umanità.4349

Nella cucina, luogo simbolo, dove ogni cosa viene consumata, Il pasto, il dolore, l’amore, la rabbia,la solitudine, emergono anche i segreti degli strani personaggi di ‘Domestica’, mentre la tavola imbandita si logora seguendo la stessa sorte della degenerazione narrativa. Lo spazio quotidiano, domestico, che accoglie e raccoglie tante storie così diverse, restituisce solo tracce, brandelli di vita da cui emerge talvolta in maniera sarcastica, talvolta con dolore, o con delicatezza, tutta la follia umana

Lascia un commento