Connect with us

Cinema & Teatro

A ‘Ether, il quinto elemento’ la vita da Oscar di Rambaldi raccontata dalla figlia Daniela

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

A parlare del grande artista è la figlia Daniela Rambaldi, vice presidente della Fondazione Rambaldi, attraverso la quale divulga l’opera del genio artistico del padre

La nuova conversazione di ‘Ether, il quinto elemento’, l’appuntamento di intrattenimento culturale focalizzato su arte, femminile e ambiente, che potete seguire su Canale Europa tv 1 (www.canaleeuropa.it), ha come protagonista la vita da Oscar di Carlo Rambaldi, genio indiscusso del cinema, creatore di ET, Alien e King Kong, personaggi che continuano a far sognare generazioni di tutto il mondo.

A parlare del grande artista è la figlia Daniela Rambaldi, vice presidente della Fondazione Rambaldi, attraverso la quale divulga l’opera del genio artistico del padre. Carlo Rambaldi, grande artista internazionale, amato in tutto il mondo per le sue creazioni di personaggi che possiamo definire mitici e che gli hanno valso tre premi Oscar, per la creazione di ET, per film  Alien  e per gli effetti visivi di King Kong, è nato  a Vigarano Mainarda in provincia di Ferrara, dove ha allevato, tra bellezza della natura  e dell’arte, il suo grande talento e soprattutto la sua capacità di sognare e di cavalcare la fantasia, cosa che ricorda affettuosamente la figlia Daniela che, nel corso dell’intervista svela diversi aneddoti e ricordi della sua infanzia vissuta con un padre così speciale e speciali e importanti sono anche i progetti che ha in serbo per la  Fondazione  Rambaldi che vuole guardare ai giovani e sensibilizzare la creatività dei nuovi linguaggi cinematografici, dove il padre Carlo è sicuramente stato un pioniere geniale.

Significativo il successo della mostra, da poco presentata a Milano, dal titolo emblematico “Nella mano di King Kong”, che ha ancora una volta testimoniato l’affezione del pubblico per il padre di E.T. e soprattutto dei giovani per l’opera di Rambaldi ma anche per le nuove strade del cinema.  La conversazione si è arricchita anche della partecipazione della nipote Cristina, produttrice, sceneggiatrice e attrice, giovanissima ma già molto impegnata.  

Reduce dal successo per la sua interpretazione nel film Show me what you go, opera prima della regista Svetlana Welko, vincitore del Taormina film festival 2019, Cristina che vive tra l’Italia e gli Stati Uniti, ha tutta l’intenzione di non deludere le aspettative del nonno e onestamente ne ha tutte le prerogative per bellezza, intensità e determinazione. 

Questi alcuni dei momenti interessanti ed inediti che potete seguire nell’intervista condotta come sempre da Isabel Russinova, che è anche ideatrice del format e da Tiziana Primozich, direttrice di The Daily Cases, il web magazine aperto agli italiani all’estero e dalla redattrice della stessa testata Macri Martinelli Carraresi. La conversazione vi aspetta su Canale Europa1 TV (www.canaleeuropa.it)

IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Print Friendly, PDF & Email