Piombino: firmato accordo di programma con Cevital. Salvaguardati 2.200 posti di lavoro

Ministro Guidi: l’intesa conferma validità impegno pubblico per riqualificazione ambientale

 

 Lavoro-Piombino-firmato-accordo-di-programma-con-Cevital-salvaguardati-2.200-posti-di-lavoro-450x300Roma 30 giugno 2015 – “Dopo la ripresa produttiva del sito di Trieste, diamo ora un futuro al complesso siderurgico di Piombino che rappresenta una parte importante dalla storia industriale del nostro Paese. Il caso di Piombino ci rafforza nella convinzione che l’impegno pubblico per la riqualificazione ambientale dell’industria costituisce un forte elemento di rilancio delle aree industriali di crisi e di attrazione di nuovi investimenti, anche nel settore siderurgico”. Così il Ministro Federica Guidi ha commentato la firma di questa mattina presso il Ministero dello Sviluppo Economico dell’accordo di Programma con il Gruppo Cevital, di proprietà di Issad Rebrab che ha preso parte all’incontro, per il rilancio dell’area siderurgica di Piombino. Presenti il Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente Silvia Velo, il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, i rappresentanti del Comune di Piombino, dell’Autorità Portuale di Piombino, dell’Agenzia del Demanio e di Invitalia e l’ex commissario straordinario per Piombino Piero Nardi. Il Gruppo Cevital garantisce la ristrutturazione dell’attività siderurgica con il passaggio della produzione dal ciclo integrato basato sulla cokeria e l’altoforno alla fusione con forno elettrico.  Contestualmente, sarà attuata una diversificazione del sito, con l’avvio di una produzione agroindustriale e lo sviluppo di attività logistica legata sia alle attività industriali che alle attività commerciali del Gruppo Cevital. Il piano integrato dei tre progetti prevede al termine del periodo che vengano mantenute le 2.200 unità occupate, oltre alla forza lavoro delle aziende fornitrici locali. Nel pomeriggio a Livorno è prevista la firma dell’atto conclusivo per il passaggio di proprietà dell’impianto ex Lucchini al Gruppo Cevital che sancisce la fine dell’amministrazione straordinaria attraverso cui il governo ha reso possibile il rilancio del polo siderurgico di Piombino.

A Mezzano Romantica 2015 torna la New York Music Academy International

Folklore, natura, arte e soprattutto grande musica. Dopo il successo strepitoso dello scorso anno tornano anche i talenti della New York International Music Academy.

 

MezzanoRomanticaMezzano, 30 giugno- Si chiama Mezzano Romantica ed è un’intera stagione di suggestioni -spettacoli, concerti, passeggiate emozionali, serate a tema, feste tradizionali, gemellaggi folkloristici, sagre- che il borgo-gioiello ai piedi delle Pale di San Martino regala ogni estate. Romantica perché il contesto qui è idilliaco e predispone a pensieri più belli: dalle pitture murali alla spontaneità della gente, dalle cataste di legna che si fanno arte al gorgoglio dell’acqua, dalla canzone popolare alla manualità artigianale, dalla vivacità delle feste tradizionali all’armonia degli elementi naturali…Uno scenario che lo scorso anno ha sedotto persino la prestigiosa Music Academy International di New York, facendole scegliere Mezzano per i propri corsi estivi di perfezionamento. E’ stato un grande successo su tutti i fronti -entusiasta il pubblico, entusiasti i concertisti- e quindi è parso inevitabile il “bis”: anche quest’estate il programma di Mezzano Romantica si arricchirà di un festival musicale di altissimo livello e di portata internazionale che non ha eguali in tutto il Trentino. Dal 5 luglio al 9 agosto il borgo tornerà a trasformarsi in un palcoscenico diffuso, dove gli artisti americani, asiatici ed europei (cantanti d’opera, strumentisti, pianisti, formazioni corali di grande talento) della Music Academy International – ispirati anche dal commovente scenario rurale di Mezzano, tanto diverso dallo skyline futurista di New York- si esibiranno in un nuovo programma, che si preannuncia ancora una volta intenso ed elevatissimo. In particolare saranno presenti docenti dei conservatori di Shangai, Singapore, Stati Uniti, Norvegia, Spagna, e Svizzera e professori delle orchestre di Parigi e Roma. Il programma prevede, oltre a intensi corsi di perfezionamento strumentale, vocale e orchestrale, tre concerti solistici con orchestra, quattro serate di musica da camera e cinque opere liriche. Per quanto riguarda queste ultime –Gianni Schicchi e Suor Angelica (in un’unica serata) di Puccini, Hänsel e Gretel di Humperdinck, Didone e Enea di Purcell, Il Flauto Magico di Mozart- la produzione è originale, completa di regia e scenografia e ne fa il fiore all’occhiello del Festival.  Particolarmente attese dal pubblico anche le serate dedicate ai grandi musical di Broadway. Di particolare prestigio la presenza a Mezzano della soprano americana Deborah Voigt, incontestabilmente una delle migliori voci del panorama internazionale, che terrà una masterclass aperta al pubblico. Di arte in arte, Mezzano Romantica –il cui programma prosegue fino al 29 agosto- mantiene anche le altre sue promesse e nell’estate 2015, dopo un attento restauro delle cataste di legna artistiche, rilancia il percorso artistico open air di Cataste&Canzei, davvero unico e suggestivo e ancora una volta oggetto di visite guidate. Tornano anche gli appuntamenti folk con la Festa di San Giovanni, tradizionale appuntamento campestre, la Festa del Cacciatore, la Festa Alpina a Malga Valpiana e le sentitissime Sagra del Carmine e Festa del Carmenin.

 

ExpoinCittà. “Sei conversazioni d’arte”, domani in Sala Alessi appuntamento con “Lo sposalizio della vergine”

Il viaggio attraverso la storia dell’arte continua con Cristina Acidini che racconta l’icona del mese di luglio

Lo-Sposalizio-della-VergineMilano, 30 luglio 2015 – Domani, mercoledì 1° luglio, alle ore 21, per il terzo incontro del ciclo “Sei Conversazioni d’Arte”  dedicato alle icone di ExpoinCittà, Cristina Acidini racconta “Lo Sposalizio della Vergine” di Raffaello Sanzio, la più importante opera giovanile di Raffaello, conservata ed esposta presso la Pinacoteca di Brera. Storica dell’arte e, tra i molti prestigiosi incarichi, guida fino al 2014 del Polo Museale fiorentino comprendente ventisette musei statali d’arte, Cristina Acidini martedì sera sarà a Palazzo Marino per spiegare al pubblico milanese, numerosissimo ai precedenti appuntamenti di maggio e giugno, i segreti di questa straordinaria  tavola realizzata da Raffaello quando aveva solo ventun anni, in un momento di grandi scoperte geografiche: un capolavoro che rivela scenari inaspettati, spingendo lo sguardo oltre l’orizzonte. Il racconto sarà accompagnato dalla proiezione di immagini per svelare curiosità, aneddoti e storie affascinanti sull’opera. All’inizio e alla fine dell’incontro, che durerà come di consueto un’ora esatta, saranno proiettati rispettivamente i video “Città di idee” e “IncontrartARTI a Milano”, due tra i progetti vincitori del concorso “videomakARS”, dedicato ai giovani under 30 e promosso da Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Milano – Civica Scuola di Cinema con il patrocinio del Comune di Milano. Il concorso è nato per avvicinare i giovani ai capolavori del patrimonio artistico milanese, invitandoli a raccontare la “Milano città d’arte” e le icone di ExpoinCittà attraverso lo strumento del video. Alle ore 21 quindi l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno introdurrà l’incontro e a seguire il coordinatore del progetto, Marco Carminati, presenterà Cristina Acidini dando il via alla serata. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti senza possibilità di prenotazione. Il prossimo e quarto appuntamento del 4 agosto sarà dedicato alla “Pietà Rondanini” di Michelangelo, che sarà raccontata da Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani.

Premiolino. Pisapia: premiato il giornalismo di qualità

Tra i vincitori Alessandra Sardoni del la7, Mattia Feltri della Stampa, il mensile ‘Scarp de tenis’, Piera Detassis direttore di Ciak e Good Morning Italia e Jamie Oliver.

sindaco-giuliano-pisapia-9443_2013Milano, 30 giugno 2015 – Il Premiolino è sempre rimasto allo stesso tempo milanese, italiano e globale. Ha selezionato il meglio della comunicazione giornalistica con uno sguardo ampio e fresco, aperto al nuovo. Questa edizione lo conferma, premiando il giornalismo di qualità. Una qualità che va difesa, e va fatta crescere, perché l’informazione italiana sia sempre ad un livello degno di una democrazia moderna”. Lo ha affermato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia in occasione della consegna a Palazzo Marino del ‘Premiolino’. Tra i vincitori Alessandra Sardoni del la7, Mattia Feltri della Stampa, il mensile ‘Scarp de tenis’, l’inserto del Corriere ‘La Lettura’, Piera Detassis direttore di Ciak e Good Morning Italia oltre Jamie Oliver per il suo impegno per una corretta alimentazione. “Il giornalismo di qualità ha tanti volti. Quello di chi è libero dal potere. Quello di chi resiste alla tentazione del sensazionalismo. Quello di chi è imparziale e sa scrivere con obiettività, senza farsi condizionare dalle proprie opinioni, quello  di chi ha a cuore non solo la propria libertà, ma anche quella degli altri: la libertà di formarsi una opinione consapevole”, ha concluso Pisapia.  

Alfa Romeo. Pisapia: riapertura Museo Arese segnale di ripresa

Pisapia: “Sono sempre stato un ‘alfista’ e vedere le più belle macchine prodotte in oltre un secolo è un’esperienza bellissima.”

Alfa_Romeo_Alfetta_159_Arese_20070608-Copia-704x400Milano, 30 giugno 2015 – “Per l’Alfa Romeo sono giorni di grande ripresa e la riapertura del Museo di Arese conferma questa tendenza. L’Alfa Romeo fa parte della storia di Milano e della Città Metropolitana, al Portello ha avuto per decenni il suo cuore produttivo affiancato poi dallo stabilimento di Arese. Una storia straordinaria di creatività che è giusto celebrare guardando anche al futuro”. Lo afferma Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano e della Città Metropolitana, in occasione della riapertura del Museo dell’Alfa Romeo ad Arese. “Sono sempre stato un ‘alfista’ e vedere le più belle macchine prodotte in oltre un secolo è un’esperienza bellissima. Dalla ‘Gran Sport’ di Nuvolari alla F1 di Fangio fino ai modelli che sono stati protagonisti di tanti film.  Il Museo, caratterizzato dal ‘Rosso Alfa’, rende ancora più attraente il nostro territorio”, conclude Pisapia.

Mostra della street art, domani alle 19 l’inaugurazione in via Amari

Un’iniziativa nell’ambito di Chained, un progetto sull’arte di strada in città promosso dalla Galleria Wunderkammern

caravaggio-bacchus-450x400Milano, 30 giugno 2015 – E’ stata inaugurata oggi, martedì 30 giugno alle 19, con ingresso libero, la mostra della street art nell’hangar di via Amari. Si tratta di un’iniziativa nell’ambito di Chained, un progetto sull’arte di strada in città promosso dalla Galleria Wunderkammern in collaborazione con l’Amministrazione comunale, MM, l’Istituto Cervantes e l’ Ambasciata di Spagna. La mostra è ospitata nei locali del Comune di Milano e sarà aperta fino al 31 luglio, eccetto il lunedì, dalle 16 alle 20. Oltre che in via Amari, sarà allestita una mostra all’Instituto Cervantes di Milano. L’inaugurazione è prevista per il 2 luglio alle ore 18, la mostra resterà aperta fino al 22 luglio dalle 15 alle 19.

Ilva: Guidi, massima attenzione governo, azienda strategica

Il ministro Guidi auspica che si possano trovare le soluzioni per mantenere in sicurezza l’attività produttiva a Taranto

584296Roma 30 giugno 2015 – Il Governo sta seguendo con la massima attenzione gli sviluppi della vicenda che ha portato al sequestro dell’altoforno2 dell’Ilva di Taranto. Lo ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi ribadendo l’importanza strategica, per il sistema industriale italiano, del gruppo siderurgico. Il ministro Guidi auspica che si possano trovare le soluzioni in grado di mantenere in sicurezza l’attività produttiva a Taranto, di difendere i livelli occupazionali e di procedere quanto prima al completamento dell’importante programma di lavori ambientali riguardanti il sito.

Le misure prese dal Governo della Tunisia in seguito all’attacco terroristico di Sousse

Il Capo del Governo tunisino Habib Essid ha annunciato una serie di misure immediate in seguito l’attacco terroristico

sousse1Roma, 29 giugno – Il Capo del Governo tunisino Habib Essid ha annunciato una serie di misure immediate in seguito l’attacco terroristico, di seguito qui elencate:

– Apertura immediata di una inchiesta per determinare le responsabilità e di
conseguenza prendere le necessarie misure.

– Chiusura sistematica delle moschee illegali.

– Assunzione di contromisure rispetto ai partiti e alle associazioni che operano in contrasto ai principi della costituzione

– Revisione del decreto relativo alle associazioni in particolare per quanto riguarda la natura e i metodi dei loro finanziamenti.

– Mobilitazione della riserva (reparto militare di supporto all’esercito regolare) allo scopo di rinforzare la sicurezza nelle zone considerate a rischio.

– Chiusura militarizzata delle montagne di Semmema, Mghila, Lella Aicha, Ouuergha, allo scopo di facilitarne la sicurezza.

– Rafforzamento dei sistemi di verifica nei confronti di tutte le persone sospettate di terrorismo, in collaborazione con il pubblico ministero.

– Organizzazione di un piano straordinario tramite la costituzione di una unità di sicurezza turistica armata lungo le coste e negli hotel.

– Organizzazione di un congresso nazionale per la lotta contro il terrorismo a partire dal prossimo mese di settembre.

– Concessione di un premio a tutti coloro che forniscano delle informazioni
alle autorità competenti

– Domenica prossima, convocazione del Consiglio di sicurezza nazionale per
prendere le misure complementari.

– Oggi, convocazione di un consiglio ministeriale straordinario allo scopo
di esaminare la situazione nei dettagli. Riunione di tutti i partiti politici per rafforzare l’unità nazionale nello scenario attuale.

Al via Martedì la prima mostra della Street Art nei locali del Comune di Milano

Si tratta di un’iniziativa nell’ambito di Chained, un progetto sull’arte di strada in città promosso dalla Galleria Wunderkammern in collaborazione con l’Amministrazione comunale, MM, l’Istituto Cervantes e l’Ambasciata di Spagna

 

milano-street-art-giugno-2015-465067.610x431Milano, 29 giugno  – Per la prima volta uno spazio comunale ospita la street art: apre martedì alle 16, con ingresso libero, la mostra nell’hangar di via Amari. Si tratta di un’iniziativa nell’ambito di Chained, un progetto sull’arte di strada in città promosso dalla Galleria Wunderkammern in collaborazione con l’Amministrazione comunale, MM, l’Istituto Cervantes e l’Ambasciata di Spagna. La mostra sarà aperta tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle 16 alle 20 e chiuderà il prossimo 31 luglio. Oltre che in via Amari, sarà allestita una mostra all’Instituto Cervantes di Milano. Sono state, inoltre, realizzate opere in strada a Quarto Oggiaro in via Vittani e via Simoni e alla fermata della linea 7 degli Arcimboldi all’Ateneo Nuovo della Bicocca. I nove artisti chiamati alla realizzazione dei lavori sono tra i più importanti sulla scena dell’arte urbana: 2501, Atomo, Borondo, BR1, C215, Max Rippon, Sam3, Sten Lex ed Edoardo Tresoldi. Tema di Chained è quello di Expo2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Partendo dal concetto di catena alimentare, struttura ecologica naturale, gli artisti di Chained indagano le complesse dinamiche che legano gli esseri umani alla natura della quale fanno parte. Una catena di esperienze umane e artistiche che vanno ad amplificare lo spettro di punti di vista sul tema dell’Expo, nel versante dell’arte e della creatività. Il progetto esplora inoltre un altro fondamentale concetto della natura: l’evoluzione e la sua casualità. I nove artisti presentano nuove opere realizzate in esclusiva per il progetto. Le opere, situate nella sede principale di via Amari 18, saranno realizzate con diverse tecniche e materiali, e comprenderanno anche sculture e installazioni. All’Istituto Cervantes in centro storico saranno invece esposti i lavori dei due artisti spagnoli Borondo e Sam3, tra i quali un’opera di Borondo pensata appositamente per la facciata dell’istituzione e visibile da via Dante.

Guardia Costiera, quasi 3mila migranti sbarcano sulle coste italiane

21 le operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

 

Roma, 29 giugno – Sono circa 2900 i migranti salvati nella giornata di ieri, in 21 operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Sono intervenuti mezzi del dispositivo Triton: CP906 Nave Corsi e 2 motovedette classe 300 della Guardia Costiera, e una nave militare spagnola. Impegnate nei soccorsi anche Nave Euro della Marina Militare Italiana, un’unità della Guardia di Finanza,  un’unità militare inglese e una irlandese, e la Nave Phoenix del MOAS.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]