Connect with us

Arte & Cultura

Vittorio Leonetti giovane talento della musica

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Vittorio Leonetti, cantante emergente di Napoli, musicista autodidatta

Di Francesca Rossetti

Giovani e musica sono un binomio eccellente, anche grazie ai tanti talent show che da anni lanciano nuovi e bravissimi talenti. Ne parliamo con Vittorio Leonetti, cantante emergente di Napoli.

Chi è Vittorio Leonetti e come nasce la passione per la musica?

Sono un ragazzo cresciuto nella periferia di Napoli, frequento un istituto tecnico industriale e mi sto specializzando in elettronica.
La passione per la musica comincia sin da piccolo, già a 7 anni cresceva in me forte il desiderio di suonare.
Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo della musica all’età di 14 anni, studiando chitarra da autodidatta.
Non ho continuato a studiarla e “strimpellarla” perché è subentrato un altro strumento che mi ha conquistato, sì è stato proprio amore a prima vista: il pianoforte, che considero lo strumento piu’ elegante che ci sia.
Col passare del tempo mi sono sentito sempre di piu’ legato ad esso, infatti appena inizio a suonarlo, è come se entrassi in un altro mondo.

Come nasce il singolo Rosa Bianca e cosa cerca di comunicare?

Rosa Bianca nasce in un pomeriggio d’Ottobre, quando tornato da scuola mi sono seduto davanti al pianoforte.
Era da tempo che volevo iniziare a scrivere una canzone e in quel giorno decisi di concentrarmi solamente sulla scrittura e sulla melodia di Rosa Bianca.
I giorni passavano ma io avevo solamente accumulato un mucchio di fogli stracciati nel cestino. Fino “al giorno della pace”, cosi’ mi piace chiamarlo, dato che la pace è il messaggio di questa canzone e il suo intento è quello di rilassare l’ascoltatore.

Quali sono i grandi Maestri ed artisti che segui?

Non conosco molto la musica classica, se non il maestro Ludovico Einaudi.
Per me è un grande esempio di musica seria, impegnata e al contempo dolce e rilassante.
Il mio artista preferito invece è Ultimo.
Mi ci rivedo molto nelle sue canzoni e i suoi testi sembrano parlare di me.

I giovani cantanti diventati famosi come Emma, Marco Carta, Alessandra Amoroso: cosa è possibile imparare da loro per chi sogna di fare questo lavoro?

La musica è sentimento, amore e gli artisti che mi hai nominato cantano in nome dell’amore e della passione. Quindi secondo me è questo l’insegnamento principale che gli artisti italiani vogliono regalarci.

Prossimi eventi

Per quanto riguarda le prossime pubblicazioni, terrò aggiornati i followers sulla mia pagina Instagram: Leonetti_vittorio

Print Friendly, PDF & Email