UNICEF/Iraq: 20.000 bambini intrappolati a Fallujah a causa delle violenze

By 1 giugno 2016Diritti umani

Dichiarazione di , Rappresentante in

Senza-titolo-16


1 giugno 2016 – “Mentre le violenze si intensificano a , i continuano a rimanere intrappolati nella città e nei dintorni. Secondo l’UNICEF almeno 20.000 sono ancora all’interno della città, a 60 km ad ovest di Baghdad. Secondo le ultime notizie, cibo, medicine e acqua pulita iniziano a scarseggiare. Dall’inizio delle operazioni militari a solo poche famiglie hanno potuto lasciare la città. La maggior parte sono scappate in due campi mentre altri hanno trovato rifugio presso parenti e altri familiari. Visto che le violenze continuano ad aumentare a Falluja ed in tutto l’Iraq, siamo preoccupati per le condizioni di sicurezza dei bambini che stanno affrontando terribili violenze. I bambini devono affrontare il rischio di essere arruolati forzatamente nei combattimenti, di dover seguire procedure rigorose nei controlli di sicurezza e di essere separati dalle loro famiglie. I bambini che sono stati reclutati nei combattimenti vedono le proprie vite e il proprio futuro messi a repentaglio mentre vengono costretti a maneggiare e utilizzare le armi, combattendo una guerra di adulti. L’UNICEF chiede a tutte le parti di proteggere i bambini all’interno di , di garantire un passaggio sicuro a coloro che desiderano lasciare la città e di assicurare luoghi protetti per i civili sfollati che scappano da Falluja”.

Sostieni la campagna UNICEF “” con donazioni su www.unicef.it/bambininpericolo

È possibile donare anche tramite:

– bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia,


– telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

–  bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051.

Lascia un commento