Arte & CulturaDiritti umaniPoliticaPrimo piano

Ue, età per la pensione potrebbe salire a 70 anni

By 9 Settembre 2013 No Comments

pensionato-lavoratore-638x425Ilc (International longevity centre), centro ricerche britannico, lancia allarme: mercato del lavoro in Europa a rischio. Troppi pensionati e pochi giovani al lavoro. I motivi? Calo delle nascite ed aumento in anni di vita.

 Roma, 9 settembre – La maggioranza dei paesi in ambito Ue è entrata in sofferenza economica per quanto riguarda le pensioni e il mercato del lavoro.   Uno studio dell’International Longevity Centre, centro di ricerca britannico specializzato in demografia, evidenzia infatti che a fronte dell’aumentata aspettativa di vita media, è aumentato anche il numero di anni per i quali gli Stati corrisponderanno pagamenti di pensioni. Il dato non va di pari passo con l’entrata nel mercato del lavoro di giovani, ragione per cui molti equilibri economici potrebbero andare al collasso. La soluzione individuata dall’Ilc è una sola: elevare il limite per l’età pensionabile a 70 anni. Presto i contributi pagati dai lavoratori non basteranno più a pagare le pensioni di chi ha smesso di lavorare. Secondo l’International Longevity Centre si passerà quindi da quattro a due lavoratori per ogni pensionato, una situazione insostenibile soprattutto in quei paesi, come Grecia, Spagna e Italia, con la più alta percentuale di disoccupazione giovanile. Alla base del problema, oltre al prolungarsi dell’aspettativa di vita media, un minor numero di nascite nei paesi europei. Da questo punto di vista da tempo il mondo anglosassone punta sui 70 anni come età minima per la pensione. Neanche un aumento dell’immigrazione extracomunitaria sembra possa avere effetti positivi sul futuro economico in questa direzione: i 60 milioni di immigrati previsti per i prossimi 50 anni in Europa, ammesso che trovino tutti lavoro, costituirebbero solo una goccia nel mare. “L’Unione europea avrebbe bisogno di un’ondata immigratoria ben superiore per mantenere i suoi pensionati”, si legge nel rapporto, “almeno altri 11 milioni solo entro il 2020”.

 

Lascia un commento