Puglia. Serracapriola sospesa tra poesia, musica e linguaggi d’arte

By 14 agosto 2017Ambiente & Turismo

Un viaggio all’interno del paese fra i posti più cari per imprimerli nella mente e non dimenticarli.

Di M.P. Carrabba


 

Immagini e versi che sapientemente sanno dar voce a ogni singolo mattone, ridanno voce e anche un po’ di vita a questi preziosi pezzi di storia e di cuori.


Dar voce alla bellezza è possibile? Questa è stata la nuova sfida lanciata dal Comune di Serracapriola che quest’anno ha adottato un format culturale particolare e innovativo di promozione del territorio.

Un gruppo di poeti provenienti da varie parti d’Italia si concertano con artisti locali e donando una piccola parte di sé, in arte, sono riusciti a dar voce alla bellezza artistica, di opere e luoghi che da tempo cercavano di essere ascoltati.

Un abbraccio di suggestione e fede per donare un sentimento e scuotere le coscienze.

Il risultato è stato un  caloroso pubblico davanti al meraviglioso Castello medioevale di Serracapriola (FG), che venerdì sera 11 agosto ha accolto l’evento culturale “Una poesia per l’Arte”. La manifestazione letteraria è stata organizzata dai promoter del Comitato di volontariato culturale Insieme per l’Arte in collaborazione con Sabina Ferrero Assessorato al Turismo,  il Sindaco Giuseppe D’Onofrio e la locale Proloco, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Regione Puglia, la Provincia di Foggia e il Comune in  partnership con Radio Athenabeat Production che ha realizzato per l’occasione le riprese video e uno short movie a tema.

Nella meravigliosa cornice del Castello medioevale dove ancora riecheggiano le atmosfere di antiche leggende, tra le suggestive note musicali del soprano Gina Palmieri e dei musicisti Maestro Pietro D’Amicis, Antonella D’Amicis e Maria Chiara Orlando, si sono avvicendati nella lettura di poesie autori provenienti da tutta Italia, alcuni dei quali di chiara fama,  che si sono dati appuntamento in una sera di mezza estate, per decantare le bellezze di  Serracapriola,  borgo del Parco Nazionale del Gargano, uno scrigno di perle preziose da cercare, ammirare, custodire.

L’iniziativa ha infatti suscitato un grande interesse nella popolazione, accorsa numerosa per ascoltare alcune poesie tratte dal libro “Un Paese mai visto” curato da Ella Grimaldi e Maria Pompea Carrabba in collaborazione per il progetto grafico con Antonio Specchiulli Youcanprint  self publishing.

L’iniziata culturale, che si è ispirata a documenti fotografici di Lino Volgarino appositamente selezionati e giunta alla sua XI° edizione, ha scelto la poesia e i linguaggi d’arte come un interessante mezzo e una occasione importante “per valorizzare il nostro territorio attraverso la cultura nell’ambito di progetti lungimiranti per la rinascita dei piccoli centri”.

La serata, presentata dalla giornalista Tiziana Primozich e dalla fotomodella pugliese Luna Filippetti, è stata arricchita da perfomances  teatrali delle attrici Annamaria Giannini e Laura Balice e della dott.ssa Enrica Bucci che si è esibita in una recitazione in vernacolo. Hanno declamato le loro poesie Sonia Giovannetti, Daniela Cecchini, Laura Pingiori, Felice Zinno, Anna Ursula Giuliani, Maria Pompea Carrabba, Ella Grimaldi, Michele Mandunzio, Antonio Bellino, Michele Giuliano, Donatella Mandunzio.

Hanno aderito alla manifestazione il “Meglio della Puglia” Associazione di promozione del territorio dell’alto Tavoliere, e le Associazioni culturali “il Melograno” e “il Circolo Culturale delle donne”  attive sul territorio. E’ intervenuta Patrizia Torrisi Referente Ufficio del Cerimoniale del Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo che ha portato il saluto dell’On. Ministro Dario Franceschini.

Anche quest’anno il Comitato Insieme per l’Arte è riuscito nel suo intento proponendo una serata magica in cui la poesia, la lirica, la melodia, le immagini si sono amalgamate in un mix sapientemente costruito per destare le coscienze e arricchirle di emozioni. Gli autori che hanno partecipato alla serata, hanno regalato emozioni e passione a piene mani. Non si sono limitati a recitare i loro già straordinari versi, ma hanno aggiunto ciascuno un pensiero in più, e da questo si evince che il loro amore per la poesia, per la bellezza è profondo. Hanno accettato e risposto al nostro invito davvero con grande piacere e semplicemente per il gusto di stare insieme e di scrivere per qualcosa in cui credono con tutta l’anima. Questa è l’emozione, quella di persone che credono nella virtù dello stare insieme.

L’appuntamento è per la prossima edizione 2018.

Fotografia a cura di Radio AthenaBeat

Lascia un commento