Premio L’Iguana: la cultura è di scena al Castello di Prata Sannita

By 22 giugno 2016Arte & Cultura

[AdSense-A]

Domenica 26 giugno si terrà la consegna del Premio L’Iguana, da sempre sostenuto dal patrocinio del Presidente della Repubblica, del Parlamento Europeo, dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e dell’ Istituto di cultura Armena, nonché del Comune di Prata Sannita

Senza-titolo-13

Domenica 26 giugno, nella magnifica cornice del di proprietà della famiglia Daga Scuncio, a partire dalle ore 10:30, si terrà la cerimonia del Premio L’Iguana, omaggio ad Anna Maria Ortese. Giunta alla sua terza edizione, la manifestazione nasce da un’originale e brillante intuizione di Esther Basile, Lucia Daga e Maria Stella Rossi, imponendosi all’attenzione del pubblico e degli appassionati di letteratura ed arte, sia per la presenza di personalità di spicco come Elio Pecora, Roberto Deidier, Margherita Pieracci Harwell, Milena Vukotic, Alfredo Baldi e Vittoria Franco, che per la notevole partecipazione nelle diverse sezioni del bando: narrativa, saggistica, poesia edita inedita, cortometraggio, fotografia, musica. Inoltre, per la prima volta, collabora l’Associazione A corto di Donne di Pozzuoli , nella persona di Rossana Maccario. Le diverse commissioni giudicatrici sono composte da esperti operatori culturali, scrittori, poeti, artisti, registi, professori. Prevista la presenza anche di alcuni editori. Fuori concorso sarà proiettato nella versione integrale il reportage Eroi silenziosi, eroi ogni giornodella giornalista Tiziana Bianchi, già vincitrice del Premio internazionale per il giornalismo Sebetia-Ter 2016, girato a bordo di due unita della Marina Militare, la Fregata Bergamini ed il Pattugliatore Com.te Cigala Fulgosi, impegnate nell’Operazione Mare Sicuro in prossimità delle coste libiche, ed il video Omaggio a Caruso di Laura Valente. Il Premio L’Iguana si avvale della collaborazione ed è in rete con Enti e associazioni di prestigio attive sul territorio molisano e campano come la Biblioteca Nazionale di Napoli, l’Archivio di Stato, l’Unesco, il Fai ed altre ancora. Per ogni sezione saranno assegnati premi e riconoscimenti personalizzati: pergamene, libri e oggetti di rinomata produzione artistica, donati dalla Pontificia Fonderia Marinelli e dallo studio d’Arte Zaccarella e Santillo Martinelli

Lascia un commento