Connect with us

Italia

Il modello Cervia contro l’abusivismo in spiaggia fa scuola a livello nazionale.

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Se ne occupano Tg5, Studio Aperto, Agorà, Rai3 oltre a vari quotidiani nazionali. Il Sindaco: ” Il segreto del successo è il coordinamento e sinergia tra Istituzioni e Forze dell’Ordine”.

Il progetto anti-abusivismo adottato dal comune di Cervia insieme a Prefettura, Forze dell’Ordine, Cooperativa Bagnini, Associazioni per la legalità e la tranquillità sulle spiagge è diventato un caso del quale si parla oggi a livello nazionale: numerosi infatti i servizi dedicati su Tg, rubriche e importanti trasmissioni sulle reti nazionali, giornali e radio. Sotto gli occhi di tutti l’importante risultato raggiunto .

” Fino a due estati fa l’arenile veniva spartito da un sistema organizzato che portava allo sfruttamento dei venditori in spiaggia muovendo illegalmente anche importanti flussi di denaro. – dichiara il sindaco di Cervia Luca Coffari- Nonostante i grandi sforzi profusi da parte di tutte le forze dell’ordine, non si era trovata la formula giusta. Poi, grazie al Prefetto e a un’attività di studio congiunto importante abbiamo messo a punto un progetto integrato, basato sulla collaborazione istituzionale e sulla divisione specifica dei compiti tra le forze dell’ordine, sotto lo stretto coordinamento del Prefetto. Una proposta innovativa alla quale abbiamo risposto con slancio, stanziando risorse economiche importanti.

Aver sradicato questo fenomeno è per noi un risultato storico che ha portato molteplici effetti positivi, dall’eliminazione dello sfruttamento dei venditori abusivi e del finanziamento di organizzazioni illecite, all’incremento della tutela dei prodotti e delle aziende del Made in Italy con il risultato di una maggiore tranquillità e sicurezza per i nostri turisti, un beneficio importante per il turismo.

Un grande ringraziamento alla Prefettura di Ravenna, alle Forze Dell’Ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto), ai nostri agenti della Polizia Municipale oltre a Cooperativa Bagnini e associazioni che insieme hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo.”