Milano rende omaggio a Gaetano Pesce in occasione della Design Week

By 12 aprile 2018Arte & Cultura

Un’installazione di uno dei più grandi maestri del design italiano, Gaetano Pesce, porta al centro della settimana più creativa dell’anno la riflessione sui temi dell’uguaglianza e della valorizzazione delle differenze culturali.

di Rossella Langone

La ‘Sedia Portaritratti’ , un’opera creata dal maestro Gaetano Pesce , sarà collocata all’ingresso dell’Accademia di Belle Arti di Brera per tutta la durata di Fuorisalone 2018. L’iniziativa è stata presentata presso gli spazi dell’Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele II da Cristina Tajani, l’assessore alle politiche per il lavoro, attività produttive, moda e design del comune di Milano, dal critico d’arte Vittorio Sgarbi e da Mattia Martinelli, curatore della galleria d’arte Robertaebasta.

La ‘Sedia Portaritratti’ è una creazione rivolta al tema dell’uguaglianza e della valorizzazione delle differenze. Sulla sedia, che misura circa quattro metri, sono raffigurati venti volti umani. Le proporzioni ampliate simboleggiano la crescita costante della ‘cultura degli oggetti’ nei nostri giorni. Con l’opera il maestro Pesce ha voluto omaggiare la diversità, che egli considera motore di comunicazione “gli eguali non comunicano, invece lo fanno i diversi”. L’uguaglianza, la standardizzazione e la globalizzazione portano inevitabilmente alla noia e alla non comunicazione, poiché quando si hanno pensieri e comportamenti identici, non resta niente da dire. La tendenza alla differenza e all’unicità è ciò che fa avvicinare il futuro trasformandolo in portatore di progresso.

“ Un progetto che l’Amministrazione ha sostenuto con convinzione – ha affermato l’assessore comunale Tajani – perché conferma il valore sociale del design e della cultura del progetto intesa come strumento di riflessione su valori fondamentali come l’uguaglianza e la valorizzazione delle differenze tra gli uomini. Portare al centro della settimana più creativa e impegnativa dell’anno un messaggio di impegno così forte è in sintonia con lo spirito della Milano che vogliamo sostenere e far conoscere nel mondo”.

Lascia un commento