Connect with us
Azzera la bolletta

Diritti umani

Medio Oriente, da Unicef aiuti per 900 mila bambini in Siria, Iraq, Libano, Giordania e Turchia

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono almeno 7 milioni i bambini sfollati interni e rifugiati con un disperato bisogno di aiuto costretti a vivere in rifugi non adeguati e che sono esposti a temperature al di sotto dello zero, forti  nevicate e venti gelidi.

 

siriaRoma, 14 gennaio  – Per far fronte ad un inverno molto rigido, l’UNICEF ha distribuito vestiti invernali, coperte, aiuti economici e voucher a più di 900.000 bambini in Siria, Iraq, Libano, Giordania e Turchia. Con l’avvicinarsi del quarto anno di conflitto in Siria, l’UNICEF stima che siano almeno 7 milioni i bambini sfollati interni e rifugiati con un disperato bisogno di aiuto. Molti continuano a vivere in edifici non terminati e rifugi non adeguati e sono esposti a temperature al di sotto dello zero, forti  nevicate e venti gelidi. “Nonostante il limitato accesso e le difficili condizioni del tempo, abbiamo accelerato la nostra risposta per far fronte all’inverno per raggiungere quanti più bambini possibili“, ha dichiarato Maria Calivis, Direttore Regionale UNICEF per il Nord Africa e Il Medio Oriente. “Il supporto dei nostri partner – a livello locale e governativo – è stato fondamentale per riuscire a portare gli aiuti in condizioni così difficili”.

–          In Siria: gli aiuti dell’UNICEF per l’inverno sono stati distribuiti a 350.000 bambini; la consegna  continua in tutto il paese.

–          In Libano: 200.000 bambini nella maggior parte delle aree più colpite del paese, comprese zone situate ad alte quote come Aarsal, hanno usufruito degli aiuti e dei voucher distribuiti dall’UNICEF. Le squadre dell’UNICEF stanno lavorando per raggiungere nelle prossime settimane 478.000 bambini.

–          In Giordania: 100.000 bambini rifugiati siriani e le loro famiglie presenti nei campi e nelle comunità hanno usufruito dei kit per l’inverno e dell’assistenza economica dell’UNICEF.

–          In Turchia: 62.000 bambini sono stati aiutati ad affrontare l’inverno, compresi 22.000 bambini provenienti da Kobane, di età compresa tra i 3 e gli 11 anni, oggi a Suruc.

–          In Iraq: sono stati distribuiti kit di vestiti invernali per oltre 200.000 bambini in oltre 100 tra le aree più difficili da raggiungere e ad elevate altitudini.

“Questi sono risultati, anche importanti, ma non sufficienti rispetto al numero di bambini e di famiglie le cui vite sono state devastate dal protrarsi quotidiano di questo terribile conflitto”, ha aggiunto Calivis. “Chiediamo ai nostri donatori e sostenitori in tutto il mondo di continuare a supportarci perché questo lavoro possa andare avanti”. “Come UNICEF Italia, il nostro impegno per i bambini siriani ed iracheni non si è mai fermato. Dobbiamo garantire a questi bambini la possibilità di vivere il loro futuro e di superare le difficoltà del presente: non possiamo abbandonarli. Il nostro appello è rivolto a tutti agli italiani per chiedere di continuare a sostenere l’UNICEF” – ha dichiarato Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia.

 

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè

Questo si chiuderà in 0 secondi