La magia del circo di Casarini si svela a Verona

By 21 Dicembre 2015Italia

Una serata a celebrare l’arte in tutte le sue declinazioni, tra esibizioni musicali, performance di arte circense e opere dei giovani studenti dell’Accademia di Belle Arti.

ImageProxyVerona, 21 dicembre 2015_Un grande applauso spontaneo in piazza sant’Anastasia, nel cuore di Verona, ha dato inizio alla grande serata d’inaugurazione della nuova Arena Casarini in programma giovedì 17 dicembre. Uno spettacolo di luci e colori ha alzato il sipario su un tesoro sino ad oggi nascosto. Un magnifico teatro affrescato da Pino Casarini, l’unica pittura murale a tema circense nella carriera del Maestro veronese. La serata di gala è stata anticipata da uno spettacolo di video mapping, un dono che il Due Torri Hotel ha fatto alla città di Verona. Le pareti dell’antico Palazzo dell’Aquila si sono trasformate in uno “schermo” a cielo aperto, con l’Architectural 3D Mapping. I personaggi del circo equestre di Pino Casarini hanno animato la facciata del Due Torri, alternandosi alle suggestive immagini del Torneo dei Cavalieri di Brandeburgo, dipinti dallo stesso Casarini nella lounge. Scene che di lì a poco dall’evanescenza dello schermo si sono mostrate in tutta la loro vividezza e forza agli occhi degli ospiti tra stupore e meraviglia. “Un omaggio apprezzato – ha dichiarato l’Assessore al turismo della città scaligera, Marco Ambrosini, – che ci auspichiamo possa essere il primo passo di una collaborazione destinata a continuare nel tempo”.

ImageProxy (1)L’Arena è stata oggi riportata agli antichi splendori grazie a un’importante opera di recupero volontario, a cura del Gruppo Due torri hotels, a conferma di una ben precisa scelta di valorizzazione delle proprie strutture, tutte collocate in edifici dal grande valore artistico ed architettonico. “La cultura e la ricchezza artistica sono un elemento importante per creare un legame forte tra l’hotel e la città”, queste le parole di apertura della serata da parte del presidente del Gruppo Due torri hotels Giovanni Paolo. “L’Hotel Due Torri – ha continuato il general manager Franco Valletti – è un prestigioso custode della memoria della città. Un hotel che si apre a Verona e al pubblico, con la speranza che i cittadini si sentano liberi di varcare le soglie dell’albergo e scoprire i nostri tesori nascosti.” Di lì a poco tutta la magia del circo, tra acrobati e giocolieri, funamboli e contorsionisti, protagonisti delle opere del Casarini, hanno preso “vita” in sala con la spettacolare performance degli allievi dell’Accademia d’Arte Circense. La serata è proseguita in un alternarsi di esibizioni e momenti artistici, in un mix unico e di grande effetto, firmato dalle principali istituzioni della città scaligera. Protagonista assoluta l’Arte, in tutte le sue declinazioni. Un evento corale, reso possibile grazie alla preziosa sinergia venutasi a creare tra l’hotel e l’Accademia di Belle Arti di Verona rappresentata dal Direttore Massimiliano Valdinoci, l’Accademia d’Arti Circensi di Verona, con il suo Direttore Andrea Togni, uno dei più grandi nomi del circo in Italia, e infine il Conservatorio E.F. Dall’Abaco di Verona con la vice direttrice Laura Och che ha curato le esibizioni musicali in Arena e nella lounge.

Lascia un commento