La LIDU Onlus al Gran Magal 2018 dei Sufi Murid

By 18 Giugno 2018Italia

La confraternita del Sufismo Murid nel casertano per  la maggiore celebrazione annuale. Anche La LIDU onlus di Napoli e San Nicola la Strada tra i presenti in un’ottica di interscambio culturale e cooperazione con la comunità senegalese del territorio

Il 17 giugno 2018, alla confraternita del Sufismo Murid di San Nicola la Strada, si è celebrato il Gran Magal, tra dibattiti, preghiere, canti e tavole rotonde.

Il Muridismo è la più importante forma di Sufismo del Senegal e tra le più strutturate e organizzate al mondo. Spicca principalmente per due aspetti: il misticismo oltre la comune religiosità e la forte tendenza inter-religiosa, che permette a un paese come il Senegal, per il 90% musulmano, di vedere molte famiglie miste islamiche e cristiane. Questi sono tra gli aspetti che maggiormente interessano alla Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo, ben presente sul territorio sannicolese. La collaborazione diviene conseguenza.


La sala stampa ha aperto alle ore 16.00, intermezzo in un’intera giornata dedicata alla spiritualità, all’aspetto sociale e cooperativo.

Oltre il discorso inter-religioso e dopo aver affrontato l’importanza della celebrazione annuale, il Gran Magal, in onore del viaggio compiuto dal fondatore del Muridismo, lo CheickAmadu Bamba, ci si è addentrati nelle vicende inerenti la convivenza locale tra le comunità italiana e senegalese. Le autorità casertane hanno limpidamente specificato che tutto si è sempre svolto senza rilevanti problemi, con un costante interscambio tra i rispettivi rappresentanti provinciali e regionali.

Il padrone di casa era Abou Ka, il Marabout (Maestro) della confraternita locale. Tra gli ospiti presenti: Sua Santità Serigne Mame MorMbacké, tra le massime autorità mondiali del Muridismo, accompagnato dal collaboratore Malick Diaw e dai rappresentanti delle comunità senegalesi della Campania.

Particolarmente rilevanti sono state le iniziative locali e nazionali di Sua Santità, in favore dell’inserimento lavorativo dei senegalesi sul territorio italiano, attraverso precisi investimenti imprenditoriali e la collaborazione col Consolato. In tutto ciò, determinante è risultata la visione d’insieme e i diretti interventi di Serigne Mame MorMbaché, compiuti anche sul fronte universitario.

Importante è stata la rappresentanza politica: Raffaele Ruberto, Prefetto di Caserta; Vito Marotta, Sindaco di San Nicola la Strada; Idrisse Ben Sena, Console Generale del Senegal; Maria Giovanna Sparago, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Caserta.

La LIDU era presente con la Presidente di Napoli, Maria Vittoria Arpaia, che ha portato i saluti di tutta l’istituzione, con il Presidente di San Nicola la Strada, Antonio Dentice d’Accadia insieme al Segretario del Comitato Locale, Alessandro Augurio.

Tra le altre associazioni presenti, “Le Ali”, con la Presidente Anna Borghi, la rappresentante Marta Tammaro e l’Associazione Senegalesi di Caserta, con MamadouSy. Era presente anche il Dott. Antonio Lambise, persona nota e apprezzata dalla politica senegalese.

Particolarmente vivace, da sempre, è il rapporto tra le associazioni presenti e la confraternita. Nello specifico, la LIDU, ha evidenziato l’attività di fine 2017 compiuta dal Comitato di Napoli, proprio in analisi del fenomeno dell’immigrazione, con un seminario avente a tema (anche) il Muridismo in Campania. Il Presidente del Comitato sannicolese, con una certa esperienza nei rapporti colla comunità senegalese e col Muridismo, ha presentato la ricchezza progettuale per i prossimi mesi, in cui i Sufi Murid saranno parte attiva. In serata, al termine della celebrazione, il Presidente Antonio Dentice d’Accadia è stato intervistato dagli inviati del Canale A2i di SKY.

Pur assenti, vari esponenti politici hanno espresso vicinanza alla confraternita Sufi: il Prefetto, il Questore e il Sindaco di Napoli, il Presidente della Regione Campania, L’Onorevole del Senegal Mango Set e il Sindaco di Caserta.


Prosegue quindi la densa attività della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo in Campania, tra fatti socio-culturali, scientifici e inter-religiosi. In brevissimo tempo dall’ultimo appuntamento, i Comitati di Napoli e di San Nicola la Strada, hanno saputo riportare all’attenzione situazioni di interesse provinciale, regionale e nazionale.

 

Lascia un commento