Connect with us
Azzera la bolletta

Italia

Grimaldi (ALIS): la sostenibilità nella logistica non è un target ma un dovere delle aziende

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile, con oltre 1.500 aziende associate, in attesa dell’Assemblea Generale dei Soci in programma il prossimo 12 novembre a Roma, svela i punti cardine del suo programma: sostenibilità, sviluppo e internazionalizzazione.

di Romolo Martelloni

Rendere  il mondo della logistica e del trasporto rispettoso delle risorse del Pianeta e ridurre le emissioni inquinanti, attraverso l’utilizzo di carburanti alternativi, fonti di energia rinnovabili e l’utilizzo di strumenti innovativi, allineandosi ai target fissati dalle normative nazionali ed europee: sono queste le priorità del settore secondo Alis, Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile con oltre 1.500 aziende associate e più di 160mila unità di forza lavoro coinvolte per circa 23 mld € di fatturato aggregato. “In questi anni di attività – dichiara Guido Grimaldi, presidente di Alis annunciando l’Assemblea Generale dei Soci in programma il prossimo 12 novembre a Roma – abbiamo aggregato un intero Cluster intorno ad un progetto serio permettendo a tutti di poter contare su una realtà associativa compatta in un settore così strategico per l’economia nazionale ed europea.

L’orgoglio di Alis è poter contare sulla presenza all’Assemblea Generale di autorevoli esponenti del mondo politico-istituzionale, imprenditoriale ed economico che tratteranno le priorità del nostro Paese in relazione a tre importanti temi che verranno discussi durante i lavori assembleari, quali: sostenibilità, sviluppo e internazionalizzazione. All’Assemblea presenteremo i risultati raggiunti finora ed i nostri programmi per il futuro, che hanno l’ambizione di contribuire a rafforzare la crescita, la competitività e l’occupazione delle persone, delle famiglie, dei giovani e delle imprese.  Con i nostri associati promuoviamo infatti scelte strategiche e azioni concrete che diano testimonianza che “più trasporto sostenibile si traduce in miglior qualità della vita”. L’obiettivo della mobilità sostenibile, di un trasporto e di una logistica sempre meno inquinante, non è un target ma un dovere morale e sociale da perseguire dal quale non possiamo esimerci, ma anzi, da porre al centro delle nostre scelte strategiche”. 

 

Il programma dell’evento del 12 novembre prevede l’apertura alle ore 10.30 con la relazione istituzionale del Presidente ALIS Guido Grimaldi. Interverranno poi, con le relazioni tecniche, Massimo Deandreis, Direttore di SRM Centro Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, Domenico Arcuri, AD di Invitalia, Carlo Cottarelli, Direttore dell’Osservatorio Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. La successiva tavola rotonda sarà moderata da Bruno Vespa, in un panel prestigioso a cui parteciperanno: Maurizio Gentile, AD e DG di RFI – Rete Ferroviaria Italiana, Adriano Giannola, Presidente di Svimez, Emanuele Grimaldi, AD del Gruppo Grimaldi e Vice Presidente dell’International Chamber of Shipping, Vincenzo Amendola, Ministro per gli Affari Europei e Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Le conclusioni saranno invece trattate dall’On. Paola De Micheli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè