Connect with us
Azzera la bolletta

Arte & Cultura

“I FAMOSI IMPERMEABILI BLU Leonard Cohen – Storie, interviste e testimonianze” di Massimo Cotto

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

[AdSense-A]

 

Da oggi 24 ottobre in libreria

7864_foto546618a660290

“Un nomade dell’anima, che nella meditazione trova una strada laica, o meglio umana. Perché, tra metafore colte e citazioni sacre, Cohen canta le piccole cose dell’uomo. Quindi nulla di più terreno ma al contempo di più inafferrabile ed eterno.
Ci siamo tutti trovati, metafore a parte, a rifletterci a specchio in domande troppo grandi per comprendere ed elaborare i nostri dolori e le nostre gioie.
Magari stretti in un usato impermeabile blu, all’angolo di un’altrettanto usata città. A guardare l’inverno che passa, a raccogliere i frammenti di un’amicizia finita, di una solitudine quieta, di un amore infedele che, ormai, è quello che è.”

Dalla prefazione di Enrico de Angelis

Testimonianze:
Alessandro Benvenuti, Allen Ginsberg, Andrea Mirò, Angelo Branduardi, Anhony, Bob Dylan, Bono, Caterina Caselli, Cristiano Godano, Cristina Donà, Dario Salvatori,Dario Vergassola, David Bowie, Dodi Battaglia, Dori Ghezzi, Elton John, Eugenio Bennato, Eugenio Finardi, Fabrizio De Andrè, Franz Di Cioccio, Gianmaria Testa, Giorgio Faletti, Giulio Casale, Ian McCulloch, Ivan Cattaneo, Jeff Buckley, Jennifer Warnes, John Cale, Kris Kristofferson, Linus, Lou Reed, Lucio Fabbri, Mark Eitzel, Massimo Bubola, Matt Johnson, Mauro Ermanno Giovanardi, Nick Cave, Nick The Nightfly, Omar Pedrini, Ornella Vanoni, Oscar Farinetti, Paola Turci, Peter Buck, Piero Pelù, Piervittorio Tondelli, Platinette, Rebecca De Mornay, Robert Plant, Rossana Casale, Shane MacGowan, Simona Molinari, Tanita Tikaram, The Edge, Tom Robbins, Umberto Broccoli, Vincenzo Costantino “Chinaski”,Violante Placido, Zibba… (continua)

….. E leggendolo tra le testimonianze troverete una piacevole sorpresa 

Massimo Cotto

Massimo Cotto è nato ad Asti il 20 maggio 1962. Toro di segno zodiacale e di fede calcistica, si eccita indistintamente con Kim Basinger in 9 settimane e ½ e gli agnolotti al plin, Nastassja Kinski in Paris, Texas e Paolo Pulici sempre, Istanbul e Quentin Tarantino, gli Stones e Sam Shepard, Tom Waits, Hemingway e tutto il rock che gli ha salvato la vita. È affascinato dai miti anche se spesso è assediato dai mitomani, alle cubane preferisce i cubani (intesi come sigari), detesta aglio cipolla, trippa e la “d” eufonica. Ha un approccio feticista a ogni cosa della vita, anche se in un campo è più accentuato. I comici lo rendono triste, in compenso ride inspiegabilmente appena si sveglia e piange ogni volta che ascolta Redemption Song, da cui si arguisce che non è molto intelligente, ma è felice che la gente non se ne sia ancora accorta. Nell’attesa che ciò accada, scrive libri, conduce Rock Bazar su Virgin Radio dirige il festival di Castrocaro e il Premio De André, scrive testi teatrali, fa l’Assessore alla Cultura e alle Manifestazioni della città di Asti e cerca di imparare a non starnutire ogni volta che vede il sole.
Per Vololibero ha scritto “Pleased to meet you”, “Rock Bazar” e “Rock Bazar Volume Secondo”.
Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè

Questo si chiuderà in 0 secondi