Connect with us

Italia

Esami di maturità 2018: comincia il “tototema”

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Oltre mezzo milione di ragazzi si preparano a sostenere l’esame di Stato. È caccia alla traccia della “prima prova” ma indovinarla sarà difficile.

di Vito Nicola Lacerenza

Gli esami di Maturità 2018 sono alle porte e più di 500 mila studenti si preparano: tre prove scritte e una orale. L’ultima è pluridisciplinare e si basa su tutti gli argomenti svoltisi durante l’anno. Dello stesso genere è anche la terza prova, se pur scritta e con molti meno temi da affrontare. La seconda prova verte sempre su una materia ben definita, che varia a seconda del tipo di scuola superiore, ma, in ogni caso, è quasi risaputa e facilmente prevedibile. Lo stesso non può dirsi della prima prova scritta, uguale per tutti gli studenti. L’esame conta di quattro traccie: l’analisi del testo, il saggio breve da svolgere partendo da un articolo di giornale,  il tema storico  e il tema d’ attualità. Le ultime due traccie sono da sempre le più scelte dai maturandi, perché non direttamente inerenti al programma di studio. Se da un lato tale caratteristica può far apparire ai diplomandi il tema storico e il tema  d’attualità validi per sfuggire eventuali lacune, dall’altro le traccie possono mettere i ragazzi di fronte a temi inaspettati. Ecco perché già da mesi moltissimi studenti hanno dato il via al “tototema”, cercando di indovinare quali saranno le tematiche scelte per la prima prova scritta, il tema d’itaiano: un’ impresa impossibile, vista l’ampia gamma dei temi possibili.

Dal 2017 a oggi, si sono susseguiti nel mondo una miriade di eventi, tutti significativi: la povertà sempre più diffusa, la globalizzazione, la disoccupazione giovanile, l’aumento incredibile di femminicidi; ma anche problemi politici, come   l’aumento di movimenti libertari in tutta Europa, l’elezione del presidente americano Donald Trump, la sconfitta dell’ISIS, la polemica tra Regno Unito e UE sulla Brexit, la crisi dell’America Latina, i flussi migratori dell’Africa,  le tensioni militari tra USA e Corea del Nord e il loro inizio delle trattative di pace sono solo alcuni dei possibili temi d’attualità. Sono solo alcuni dei possibili argomenti della prova scritta d’italiano. Tentare di indovinare quale sarà quello giusto è come cercare un ago in un pagliaio. Analoga è la difficoltà incontrata da coloro che pensano di svolgere il tema storico. L’anno scolastico 2017-2018 coincide con numerosi anniversari, antichi e recenti, ognuno dei quali di grande rilevanza per la storia d’Italia e del mondo: il centenario della rivoluzione russa e della nascita di Nelson Mandela, l’omicidio di Aldo Moro, la celebrazione dei settantanni dalla stesura della costituzione e della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Il tempo per il “tototema” sta per scadere, tra poche ore i maturandi sapranno se hanno indovinato il pronostico o sarà l’ennesima imprevista sorpresa.

Print Friendly, PDF & Email