E’ morta Margherita Hack, una vita per le stelle

By 29 Giugno 2013Primo piano

E’ stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia. Napolitano: “Personalita’ di grande rilievo del mondo della cultura scientifica”. 

hackRoma, 29 giugno – Questa notte a Trieste è morta Margherita Hack, una delle astrofisiche italiane più importanti. La Hack era nata a Firenze e aveva compiuto, il 12 giungo scorso, 91 anni. E’ stata una divulgatrice scientifica e attivista italiana e la prima donna italiana a dirigere un osservatorio astronomico in Italia. Nota anche per il suo impegno politico e sociale, Margherita Hack era atea e riteneva che l’etica non derivasse dalla religione ma da principi di coscienza. Il cordoglio per la sua morte arriva da parte di tutte le istituzioni.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,  in un messaggio alla famiglia di Margherita Hack , scrive: “Apprendo con commozione la triste notizia della scomparsa di Margherita Hack, personalita’ di grande rilievo del mondo della cultura scientifica, che con i suoi studi e il suo impegno di docente ha costantemente servito e onorato l’Italia anche in campo internazionale. Ella ha rappresentato nello stesso tempo un forte esempio di passione civile, lasciando una nobile impronta nel dibattito pubblico e nel dialogo con i cittadini. Partecipo con sinceri sentimenti di vicinanza al cordoglio di tutte le persone che l’hanno avuta  cara”.


“Ci lascia una donna eccezionale – dichiara il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza -che ha dedicato la sua vita allo studio, alla ricerca e alla divulgazione scientifica, senza mai dimenticare l’impegno per le battaglie civili e politiche. Ne sentiremo la mancanza”.

Lascia un commento