Primo piano

Confsal Salfi rivendica lo sblocco del contratto addetti Entrate, Dogane e Monopoli

By 4 Luglio 2013 No Comments

confsal_salfi_tav--400x300Callipo al Governo: rinnovo del contratto è urgente,  fisco assicura ripresa economica del Paese

Roma, 4 luglio – “ Con 200 miliardi di evasione e, solo in questo mese, una fuga di 5 miliardi di capitali all’estero accertata dalla Guardia di Finanza, si rende quanto mai urgente una rivalutazione dei lavoratori dell’amministrazione finanziaria dello Stato, anche con un rinnovato messaggio mediatico di sostegno ad una categoria che non intende svolgere un ruolo di repressione ma di prevenzione. In questo momento il fisco si gioca nel nostro Paese il futuro della ripresa economica ”, così Sebastiano Callipo segretario generale di Confsal Salfi in conferenza stampa stamane nella sede nazionale del sindacato dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate delle Dogane e dei Monopoli di Stato. Nodo centrale dell’incontro il rinnovo del contratto della categoria che è fermo al dicembre del 2009,  mentre ogni anno i lavoratori finanziari assicurano allo Stato dai 10 ai 12 miliardi. “Costiamo lo 0,70% e abbiamo un indice di redditività di 1 a 5”, – ha specificato Callipo,  “e non abbiamo assolutamente costi improduttivi o avanzi di gestione. Non solo reclamiamo lo sblocco del rinnovo contrattuale  ma rivendichiamo un diverso trattamento retributivo e un’altra considerazione. Siamo una categoria di lavoratori competenti e professionali  e ogni giorno dobbiamo affrontare la reazione negativa dei contribuenti.” SalfiIl segretario Sebastiano Callipo ha poi ricordato che l’Italia è un paese con intere aree che vivono di evasione e che il contrasto svolto con opportuni controlli può solo contribuire a risanare la crisi, ma va affidato a specialisti specifici e diligenti che non abusano delle loro prerogative.


Lascia un commento