Connect with us
Azzera la bolletta

Attualità

Candlelight a Roma: l’omaggio a Baglioni, Venditti e Zero

Published

on

Tempo di lettura: 3 minuti

Candlelight: il concerto di Luca Ruggero Jacovella e Alessandro Tomei ha reso l’atmosfera ancor più suggestiva all’interno della meravigliosa Villa Appia Antica

 di Damiana Cicconetti

Martedì 9 luglio si è svolto a Roma, alle ore 22:30, all’interno di Villa Appia Antica, il Candlelight, evento a lume di candela durante il quale Luca Ruggero Jacovella al pianoforte e Alessandro Tomei al sax hanno omaggiato Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Renato Zero e molti altri ancora.

Il concerto Candlelight offre un’esperienza sensoriale e musicale straordinaria, in un’atmosfera unica e suggestiva avvolta dalla luce di centinaia di candele.

Il Candlelight di Jacovella e Tomei è stato un omaggio alla Città Eterna, in un viaggio attraverso le osterie rumorose, i momenti nostalgici, l’arte e la vita nei caratteristici sobborghi della Capitale.

…Un omaggio non solo a Roma ma anche ai grandi cantautori che l’hanno interpretata, come Claudio Baglioni, Renato Zero, Antonello Venditti e Franco Califano.

Il giardino della Villa, illuminato esclusivamente da candele, si è trasformato in un magico scenario per assistere ad un concerto dal vivo.

All’interno di un Parco Secolare e del Giardino d’Inverno, le note impeccabili dei maestri Jacovella e Tomei hanno creato un’atmosfera indimenticabile, amplificata da candele intorno al pianoforte.

Non a caso, Luca Ruggero Jacovella ha all’attivo concerti in tutto il mondo tra cui Stati Uniti, Germania e Singapore. La sua musica unisce in modo creativo la tradizione della canzone melodica alla modernità del piano jazz.

Alessandro Tomei, d’altro canto, è un talentuoso sassofonista con una carriera internazionale che lo ha visto collaborare con alcuni dei più grandi nomi del jazz e in orchestre per trasmissioni televisive come Sanremo.

Meravigliosi tutti i brani ma, in particolar modo, “Mille giorni di te e di me”; “Il cielo”; “Notte prima degli esami” ed “I migliori anni della nostra vita”. Senza dimenticare “Roma Capoccia”, “Avrai” e “Questo piccolo grande amore”.

Nelle nostre esibizioni prevale la creatività; in tedesco si usa l’espressione “zerlegbar”, ossia scomponibile, che si riferisce alla capacità di separare gli elementi di una composizione musicale in parti singole ma che si fondono con il brano, pur senza perdere l’integrità e l’armonia dell’intera canzone”, ha evidenziato il Maestro Jacovella.

Gli eventi Candlelight Concerts sono organizzati da Fever, la principale piattaforma globale d’intrattenimento dal vivo, con un enorme successo in più di cento città in tutto il mondo.

Gli spettatori sono stati completamente avvolti dalla musica, vivendo un’esperienza multi-sensoriale in un’atmosfera intima e suggestiva.

I concerti Candlelight, non a caso, celebrano i capolavori dei più grandi compositori della storia della musica tra cui Mozart, Chopin, Vivaldi, Wagner e Beethoven.

Tuttavia, la lista dei concerti diviene sempre più crescente, includendo artisti come gli Imagine Dragons, i Coldplay, gli Arctic Monkeys e gli spettacoli dedicati al K-Pop.

Degno di essere menzionato il tributo ad Ennio Morricone, nonché a Ludovico Einaudi, agli ABBA ed ai Queen, oltre a quello dedicato al compositore Hans Zimmer.

Il Candlelight si è inevitabilmente evoluto nel corso del tempo, coinvolgendo non solo musicisti, ma finanche ballerini di danza classica ed artisti di diversi generi musicali, quali jazz, soul, opera e flamenco.

…Perché l’atmosfera magica che si crea durante ogni esibizione coinvolge i sensi uditivi e visivi di ogni spettatore, portandoli in un viaggio di totale immersione e benessere; ogni partecipante infatti, non può non lasciarsi trasportare dalla bellezza e dalla potenza emotiva dello spettacolo, circondato da innumerevoli candele.

 Credit photo by: Damiana Cicconetti

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè